Cronaca

Tenta di introdurre droga in carcere, la scoperta della Polizia Penitenziaria

Il fatto è avvenuto nella giornata di oggi

Ancora un episodio di cronaca verificatosi al Penitenziario di Avellino, stavolta, per fortuna, non per l'ennesima aggressione o violenza ai danni dei colleghi della polizia penitenziaria, ma per esaltarne le loro gesta, l'elevato senso del dovere e di appartenza allo stato, il loro profuso impegno e professionalità, posto in essere in ogni occasione. Di fatto, stamattina, grazie all'azione vigile e capillare del Nucleo  Cinofili, coadiuvato dall'alta professionalità degli addetti  ai colloqui, è stata rinvenuta droga su un familiare destinata ai  detenuti all'Interno. A darne notizia è il Dirigente Nazionale dott. Maurizio Russo ed il segretario regionale Vincenzo Palmieri, del sindacato autonomo di polizia penitenziaria OSAPP. Un plauso al personale tutto che, seppur in grave carenza di organico, di strumentazione, di turni massacranti, di condizioni lavorative deprecabili senza alcuna sicurezza e tutela, espleta  il proprio lavoro con abnegazione, caparbietà e viscerale professionalità. É doveroso da parte nostra darne notizia e  massimo risalto ai mass media del lavoro svolto,  dei risultati conseguiti nonostante siano costretti a lavorare con mille difficoltà, subendo un ingiustificato ostruzionismo. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tenta di introdurre droga in carcere, la scoperta della Polizia Penitenziaria

AvellinoToday è in caricamento