menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

E' morto Don Giuseppe Berardino: da due anni lottava contro la Sla

Il parroco originario di Atripalda a metà gennaio ha ricevuto anche la visita di Papa Francesco

Non ce l'ha fatta don Giuseppe Berardino, parroco atripaldese di 47 anni, che negli ultimi anni ha lottato contro la Sla.

Dopo il diploma conseguito al Liceo scientifico “De Caprariis”, ha studiato informatica laureandosi a pieni voti. Un uomo brillante, con una vita normale e un lavoro gratificante presso un’azienda di provincia, poi la chiamata del Signore e gli anni di seminario presso il Redemptoris Mater di Roma, verso un nuovo percorso da seguire.

Attualmente era il viceparroco della chiesa Santa Maria di Setteville di Guidonia. Molto amato dai fedeli della parrocchia di via Ludovico Muratori, don Giuseppe aveva ricevuto proprio lo scorso 15 gennaio la visita straordinaria di Papa Francesco, arrivato nella diocesi del Comune della Città dell'Aria proprio per poter confortare il viceparroco. I funerali dovrebbero svolgersi il prossimo 28 gennaio, ma l'ufficialità della data non è stata ancora comunicata. 

LA MALATTIA - Don Giuseppe Berardino era gravemente malato di sclerosi laterale amiotrofica da due anni. Arrivato nella parrocchia di Setteville quasi 14 anni fa quando era seminarista al Redemptoris Mater, qui aveva ricevuto l’ordinazione diaconale e poi, l’11 maggio 2003, quella sacerdotale. "Tutto ha avuto inizio con una caduta a un campo estivo con i ragazzi - le parole del parroco don Gino poche ore prima dell'arrivo del Santo Padre - In due mesi è rimasto completamente paralizzato, tanto da non poter usufruire neppure del computer per comunicare attraverso movimenti oculari. Al Policlinico Gemelli mi hanno detto di non aver mai visto un caso così rapido e violento". Amatissimo dalla comunità, in modo particolare dai giovani che seguiva, tanto che, nei fine settimana, quando l’infermiere è di riposo, una ventina di coppie si alternano per l’assistenza. "Hanno una grande riconoscenza nei suoi confronti e hanno deciso di essere al suo fianco anche nel week end di Natale". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento