menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Con documenti e assegni falsi mettono a segno una truffa

I truffatori sono stati deferiti in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino, diretta dal Procuratore Dott. Rosario Cantelmo

La Compagnia Carabinieri di Baiano ed in particolare la Stazione di Avella, hanno denunciato un 30enne ed un 40enne della provincia di Foggia, ritenuti responsabili di una truffa. I due pregiudicati, dopo aver letto su di un noto sito di aste on-line l’annuncio di vendita di una motocicletta di grossa cilindrata e di recente immatricolazione, pubblicato da parte di un giovane di Avella, contattavano quest’ultimo al fine di accordarsi per l’acquisto del veicolo.

Stabilito l’incontro, i sedicenti acquirenti andavano a casa del venditore e, approfittando dell’assenza del venditore, raggiravano l’anziano genitore mostrandogli falsi documenti di riconosciment. Riferitogli di aver preso già accordi con il figlio, prelevavano la moto in questione, previa consegna dell’assegno che, al momento della riscossione, risulterà essere falso.

L’attività d’indagine esperita dai Carabinieri della Stazione di Avella permetteva di addivenire all’identificazione dei due malfattori che, alla luce delle evidenze emerse, sono stati deferiti in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino, diretta dal Procuratore Dott. Rosario Cantelmo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento