Caso Aias, chiesto al Riesame il dissequestro delle due onlus

Le riserve dei giudici saranno sciolte nella giornata di venerdì

Continua senza sosta l’inchiesta relativa ad Aias/ Noi con loro. Il Riesame, infatti, si è riservato di decidere in merito alla richiesta di dissequestro delle due onlus. L’inchiesta in auge coinvolge dieci soggetti. Nei confronti di quest’ultimi sono ipotizzati i reati di riciclaggio, peculato, malversazione ai danni dello Stato e truffa. Le misure cautelari, in tal senso, hanno raggiunto sei indagati e, tra questi, a spiccare è senza ombra di dubbio Annamaria Scarinzi, moglie di Ciriaco De Mita; obbligo di firma per lei. Tra i principali indagati, ancora, c'è anche l’ormai ex presidente di Aias, Gerardo Bilotta, finito ai domiciliari. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’avvocato della moglie di De Mita, Anton Emilio Krogh, ha chiesto il dissequestro della onlus e la riduzione della misure dei sequestri richiesti dal procuratore, Rosario Cantelmo, e dal sostituto e titolare dell'inchiesta, Vincenzo D'Onofrio. Le riserve dei giudici saranno sciolte nella giornata di venerdì. Il 6 luglio, infatti, sarà discusso a Napoli il ricorso della difesa della Scarinzi per chiedere la revoca o l'attenuazione della misura cautelare a suo carico. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Luca blocca la consegna di dolci e pizze anche a panifici e alimentari

  • Coronavirus, uno studio rivela: "Campania fuori dall'emergenza entro il 20 aprile"

  • Coronavirus in Irpinia: ecco la mappa aggiornata, Comune per Comune, al 3 aprile 2020

  • Bonus 600 euro, si parte il primo aprile: l'Inps spiega come averlo

  • Vaccino Coronavirus supera primo test, Todisco: "Buona notizia che porta la firma del dott. Gambotto"

  • Coronavirus, il bilancio è pesantissimo: 49 nuovi casi in Irpinia

Torna su
AvellinoToday è in caricamento