Appalti pilotati, arresti domiciliari per un dipendente della Provincia

In particolare, un dipendente dell’Ente Provincia di Avellino, è stato sottoposto alla misura degli arresti domiciliari, mentre per altri cinque soggetti (tutti legali rappresentanti o dirigenti di imprese edili) altre misure restrittive della persona

Nella mattinata odierna, militari del Nucleo Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Avellino, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza applicativa di misure cautelari personali, emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Avellino - su richiesta della locale Procura della Repubblica - nei confronti di 6 persone.

In particolare, un dipendente dell’Ente Provincia di Avellino, è stato sottoposto alla misura degli arresti domiciliari, mentre per altri cinque soggetti (tutti legali rappresentanti o dirigenti di imprese edili) sono state disposte, in modo diversificato:

- la misura dell’obbligo di dimora nel comune di residenza cumulativamente al divieto temporaneo per mesi dodici di esercitare le attività inerenti agli uffici direttivi delle persone giuridiche e delle imprese;

- la misura del divieto di dimora nella città di Avellino unitamente al divieto temporaneo per mesi sei di esercitare le attività inerenti agli uffici direttivi delle persone giuridiche e delle imprese;

- la misura dell’obbligo di dimora nel comune di residenza;

- due misure del divieto temporaneo per mesi sei di esercitare le attività inerenti agli uffici direttivi delle persone giuridiche e delle imprese.

Un primo filone di indagine, avente ad oggetto i reati di turbata libertà degli incanti., ha portato alla luce collusioni ed illeciti accordi tra imprese (anche con la preventiva scelta "a tavolino" del vincitore della gara) sulle percentuali di ribasso per consentire l'aggiudicazione dell’affidamento di appalti di gare pubbliche indette dalla Provincia di Avellino e dalla Comunità Montana “Partenio/Valle di Lauro” per un valore complessivo di oltre 400.000 euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Altro significativo filone investigativo ha, poi, consentito di accertare un giro di frode nella pubbliche forniture per mezzo della redazione di false attestazioni e contabilizzazioni ad opera di un tecnico, operante nel settore per l’edilizia scolastica, dell’Ente Provincia di Avellino. In particolare, i legali rappresentanti delle imprese coinvolti nella vicenda, avvalendosi dei falsi in atto pubblico del predetto funzionario in ordine allo stato dei lavori, hanno fatto risultare come effettivamente fornite opere e cose in realtà mai realizzate e messe a disposizione in relazione a lavori di adeguamento, manutenzione (straordinaria e ordinaria) e costruzione di strutture ad uso scolastico della Provincia di Avellino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Avellino in lutto, è scomparso Vincenzo detto "Blues"

  • Migliore Panettone d'Italia, due pasticcerie irpine alla finalissima

  • Coronavirus, chiude il bar Nolurè: titolare positivo in ospedale

  • Coronavirus, in Campania è allarme arancione

  • Claudio Rosa, Capo Ufficio Comando Del Provinciale dei Carabinieri di Avellino, promosso Tenente Colonnello

  • Vino e architettura, in Irpinia una delle cantine più belle d'Italia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AvellinoToday è in caricamento