rotate-mobile
Cronaca

Detenuto protesta sul tetto, cellulari e ovuli di droga: al carcere di Avellino un altro giorno di ordinaria follia

Ebbene sì, anche oggi il carcere di Contrada S. Oronzo di Bellizzi Irpino fa parlare di sé...

"Ebbene sì, anche oggi il carcere di Contrada S. Oronzo di Bellizzi Irpino (AV) fa parlare di sé... ormai è difficile meravigliarsi!

La giornata, purtroppo, per i pochi poliziotti rimasti, inizia con una difficile gestione di un detenuto di origine marocchina che, per motivi ancora sconosciuti, pone in atto una serie di comportamenti violenti ed alla fine a pagarne le conseguenze sono sempre i soliti! Difatti alcuni poliziotti hanno dovuto ricorrere alle cure mediche. Continuando nel pomeriggio, forse ancora insoddisfatto, lo stesso detenuto, eludendo i controlli, ha preso un'altra strada… quella di salire sul tetto. Solo dopo un paio di ore e dopo l'arrivo dei Vigili del Fuoco e del Magistrato di Sorveglianza sul posto, il detenuto straniero è sceso dal tetto. Anche questa volta fortunatamente si è evitato il peggio!

Un'altra vicenda che, in questo caso, vede protagonisti i pochi poliziotti penitenziari rimasti, è quella relativa al ritrovamento di un'ingente quantità di sostanza stupefacente nonché un numero abbastanza elevato di telefoni cellulari e smartphone. Questa "merce" è stata rinvenuta all'interno della borsa di un detenuto che aveva ottenuto un permesso premio. Ma non è tutto, perché questo ritrovamento poteva essere il cosiddetto "specchietto per le allodole". Infatti, il personale in servizio, grazie alla sua esperienza e professionalità, ha capito che poteva nascondere ancora altro. Non a caso il detenuto permessante, dopo vari inviti da parte del personale, ha iniziato ad espellere ovuli (con molta probabilità contenenti sostanza stupefacente) precedentemente ingeriti.

Il Segretario Generale Gennarino De Fazio e il Segretario Provinciale Franco Volino ribadiscono ancora una volta che per la struttura penitenziaria in questione occorre un intervento immediato, solido e strutturato. Occorre una valutazione appropriata da parte degli uffici centrali del Dipartimento affinché al carcere di Avellino arrivi altro personale a sostegno di quei pochi poliziotti rimasti, che con spirito di corpo, tenacia, professionalità e impegno cercano di assolvere i compiti che la Legge demanda alla polizia penitenziaria."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Detenuto protesta sul tetto, cellulari e ovuli di droga: al carcere di Avellino un altro giorno di ordinaria follia

AvellinoToday è in caricamento