Cronaca

Daspo annullato a tre tifosi irpini: bocciato il ricorso della Questura di Catania

Furono accusati di aver azionato il pulsante "sblocca tornelli" nelle concitate fasi di ingresso

Colpiti dal Daspo dopo la partita di marzo 2015 tra Catania e Avellino. Tre tifosi irpini, stando a quanto affermano le indagini, furono protagonisti dei disordini avvenuti fuori dallo stadio. I tre sono accusati di aver azionato il pulsante “sblocca tornelli” nelle concitate fasi di ingresso. A Gennaio, il Tar ha annullato i Daspo emessi dalla Questura di Catania ma il procedimento è andato avanti a seguito del ricorso in appello contro la sentenza di primo grado del Tribunale amministrativo presentato dall'organo di polizia. 

Il Consiglio di Giustizia Amministrativa per la Regione Siciliana, in data odierna, ha respinto l’istanza cautelare. Già al primo grado, l'avvocato difensore dei tre tifosi irpini aveva dimostrato  che “dall’alto degli spalti vi era un varco, seppur recintato da inferriate, che affacciava sui tornelli; per cui, al passaggio lento, arrivava di tutto. Dai fumogeni a bottiglie di birra in vetro. La condotta posta in essere era stata giustificata dalle gravi condizioni di pericolo cui gli stessi si trovavano esposti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Daspo annullato a tre tifosi irpini: bocciato il ricorso della Questura di Catania

AvellinoToday è in caricamento