rotate-mobile
Lunedì, 24 Giugno 2024
Cronaca

Morte atroce per Simona Monti, nessuna pietà per le vittime di Dacca

L'autopsia ha riscontrato mutilazioni e torture sui corpi delle vittime della strage in Bangladesh

Simona Monti è stata mutilata e torturata. L'Isis non ha avuto alcuna pietà neanche nei confronti di una donna incinta. Secondo l'autopsia è stata una morte lenta ed atroce per tutte le vittime della strage di Dacca, in quanto i terroristi hanno infierito sulle loro vittime in modo tale da non farle morire subito. L'equipe di medici incaricata di eseguire le autopsie al Gemelli ha riscontrato sui corpi delle vittime segni di torture, tagli provocati da armi affilate, mutilazioni, tracce di proiettili e di esplosivo, ma nessun colpo letale. Dunque orrore che si aggiunge ad orrore. Oggi la salma di Simona Monti è tornata a casa a Magliano Sabina per poi giungere in piazza Garibaldi ed essere portata, con una breve processione, nella Cattedrale di San Liberatore, dove verrà allestita la camera ardente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morte atroce per Simona Monti, nessuna pietà per le vittime di Dacca

AvellinoToday è in caricamento