rotate-mobile
Lunedì, 28 Novembre 2022
Cronaca

Crimini ambientali, Bramati: "La bellezza dell'Irpinia e le sue risorse beni da tutelare"

Le parole del Comandante provinciale dei Carabinieri di Avellino: "Importante, nella cooperazione tra varie forze in campo, è lo scambio di informazioni"

Intervenuto nel corso della presentazione del Calendario Storico e dell'Agenda 2023, il Comandante provinciale dei Carabinieri di Avellino, Colonnello Luigi Bramati, si è soffermato sulla necessità di difendere l'ambiente dai fenomeni criminosi nella nostra provincia: "Siamo consapevoli che la bellezza dell'Irpinia e le sue risorse siano beni da tutelare. Fin da quando mi sono insediato, ho promesso che avremmo fatto di tutto per mantenerla tale e, se possibile, anche migliorarla. È importante tutelare l'ambiente a tutti i livelli in questa provincia".

Sulla collaborazione tra le varie forze in campo per contrastare la criminalità organizzata: "Viviamo in un mondo complesso, dove i particolarismi non trovano spazi. L'importante è, soprattutto, lo scambio di informazioni. Non posso fare altro che rinnovare la mia felicità nel vedere l'atteggiamento cooperativo con la Prefettura di Avellino, così come la sinergia tra l'Arma dei Carabinieri, Forze dell'Ordine e Procure di Avellino e Benevento. Ad esempio, in occasione dell'arresto dei responsabili dell'omicidio Zeppetella, quell'operazione è stata condotta grazie all'immediata, aperta e completamente trasparente collaborazione tra due procure e tre comandi provinciali dei Carabinieri. Questa è una lezione appresa già da tempo e sono convinto che questo sia un paradigma da alimentare sempre".
"L'ambiente, ribadisco, è un grosso affare per l'industria, ma può esserlo anche in positivo, e le aziende non possono non guardare all'investimento sull'ambiente come un'opportunità da sfruttare" conclude.
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crimini ambientali, Bramati: "La bellezza dell'Irpinia e le sue risorse beni da tutelare"

AvellinoToday è in caricamento