rotate-mobile
Cronaca

Covid, Fiaso: "Scende del 3,3% il numero dei ricoveri. In rianimazione il 64% dei pazienti è no-vax"

Ecco i dati della Federazione italiana aziende sanitarie e ospedaliere e la situazione ricoveri in Campania e in Irpinia

In Italia "scende del 3,3% il numero dei ricoveri" Covid-19. E' quanto rileva il report della Fiaso, la Federazione italiana aziende sanitarie e ospedaliere, sugli ospedali sentinella, che evidenzia una lieve decrescita delle ospedalizzazioni di pazienti adulti. Nella settimana 25 gennaio-1 febbraio "diminuiscono complessivamente i pazienti ricoverati ('per Covid' + 'con Covid') sia in reparto ordinario che in terapia intensiva: sono 2.103 rispetto ai 2.175 della settimana precedente", si legge nel report che sottolinea come nelle rianimazioni il 64% dei pazienti è no-vax.

"In linea con il dato complessivo di leggero calo dei ricoveri, il totale dei pazienti Covid nei reparti ordinari (1.908) è diminuito del 3,5% rispetto alla settimana precedente - prosegue il report - Nelle terapie intensive monitorate (195 pazienti) il numero dei ricoveri è sceso dell’1,5%. I letti delle rianimazioni Covid sono occupati per il 64% da soggetti non vaccinati: un dato ormai consolidato che conforta sulla efficacia del vaccino nella protezione dalle forme gravi della malattia da Covid".

"Da sottolineare, inoltre, che tra i vaccinati finiti in rianimazione Covid la quasi totalità, l’88%, soffre di gravi comorbidità. Si tratta, inoltre, per il 61% dei casi, di persone che avevano fatto il vaccino da oltre 4 mesi e non avevano ancora avuto la terza dose", conclude Fiaso.

"Stabili i ricoveri dei bambini" e "un neonato ricoverato su due ha almeno un genitore non vaccinato", evidenzia poi il report della Fiaso. "Rimane stabile il numero dei ricoveri pediatrici monitorati nei 4 ospedali pediatrici e nei reparti di pediatria degli ospedali sentinella che aderiscono alla rete della Federazione - aggiunge Fiaso - Complessivamente sono 124 i pazienti sotto i 18 anni ricoverati, di cui 7 in terapia intensiva, e 9 pazienti con Sindrome infiammatoria multisistemica pediatrica (Mis-C). Il 25 gennaio erano 125".

"Il 54% ha tra 0 e 4 anni, il 31,5% tra 5 e 11 anni, il 14,5% tra 12 e 18 anni. In particolare i neonati, da 0 a 6 mesi, costituiscono il 18% del totale e tra di loro il 54% ha entrambi i genitori vaccinati, mentre il 18% ha solo il padre vaccinato e il 23% nessun genitore vaccinato. Quasi un neonato su due, dunque, ha almeno uno dei due genitori che non si è vaccinato", conclude il report. (ADNKRONOS)

Ricoveri Covid-19 in Campania

In Campania, ieri 1 febbraio 2022, si registravano 88 posti letto occupati in terapia intensiva su un totale di 812 posti letto disponibili; mentre erano 1.404 i posti letto di degenza occupati da pazienti Covid su 3.160 posti disponibili.

Ricoveri Covid-19 in Irpinia 

Presso l’Area Covid del P.O. di Ariano Irpino, oggi 2 febbraio, sono ricoverati 28 pazienti, di cui:
    ?    3 in degenza ordinaria 
    ?    10 in sub intensiva 
    ?    4 in Terapia Intensiva
    ?    11 Medicina Covid 

Nelle aree Covid dell’Azienda ospedaliera Moscati, ieri 1 febbraio, erano ricoverati 51 pazienti:

  • 5 in terapia intensiva;
  •  21 nella degenza ordinaria/subintensiva del Covid Hospital;
  •  21 nell’Unità operativa di Malattie Infettive;
  •  4 nell’Unità operativa di Pediatria della Città ospedaliera.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, Fiaso: "Scende del 3,3% il numero dei ricoveri. In rianimazione il 64% dei pazienti è no-vax"

AvellinoToday è in caricamento