rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca

Covid in Irpinia, vaccinati più della metà dei cittadini atripaldesi

Con i dati del 7 giugno, è stata superata la soglia del 50% di cittadini residenti ad Atripalda che hanno ricevuto la prima dose di vaccino anti COVID-19

Vaccinati più della metà dei cittadini atripaldesi, meglio della media provinciale, regionale e nazionale.                            

Con i dati del 7 giugno, è stata superata la soglia del 50% di cittadini residenti ad Atripalda che hanno ricevuto la prima dose di vaccino anti COVID-19, e siamo vicini al 20% di residenti  che hanno ricevuto anche la seconda dose. Con 5.468 prime dosi inoculate, abbiamo raggiunto il 51,06% di residenti(più della media provinciale del 48,69%,
di quella regionale del 46,42% e della nazionale pari al 42,27%).
Anche il dato di 2.119 seconde dosi, per una percentuale di residenti del 19,79%, pone Atripalda in linea con le medie provinciali, regionali e nazionali.      
Questi risultati rendono merito al lavoro costante e sinergico  di istituzioni, medici, infermieri e soprattutto dei volontari della Protezione Civile comunale, della Misericordia di Atripalda e dell’associazione Le Aquile di Sorbo Serpico che, presso il centro vaccinale di Atripalda, stanno da mesi offrendo il proprio servizio, in maniera disinteressata ed assolutamente gratuita, a favore della comunità di Atripalda e degli altri comuni che afferiscono al nostro centro. Inoltre la popolazione di Atripalda rappresenta il 55% circa di quella che  si riferisce  al nostro centro vaccinale e pertanto il dato complessivo, in proporzione, è di circa 13.500 dosi inoculate finora, al netto di alcune decine di residenti recatisi presso altri centri.                              

Il risultato di questa campagna vaccinale sarà la sconfitta della pandemia che ha stravolto le nostre vite, e dobbiamo essere grati a chi si sta adoperando perché tutto si svolga in sicurezza, con dedizione e serietà.          

Questi dati, infine, sgombrano il campo da ogni sterile e stucchevole polemica e voglia di protagonismo, manifestatasi in queste settimane nell’evidenziare ipotetici ritardi e problematiche non certo dipendenti dall’attività del centro vaccinale, ma connesse alla gestione centrale ed alla complessità delle attività messe in campo, spesso con il malcelato obiettivo di denigrare chi opera ogni giorno con l’unico scopo di mettere in sicurezza al più presto la popolazione.  Rassicuriamo i cittadini che si continuerà a procedere con impegno e responsabilità, ed esortiamo tutti a registrarsi per potersi vaccinare e pazientare eventualmente in attesa del proprio turno, contribuendo in tal modo fattivamente al buon esito della battaglia che stiamo combattendo da quasi un anno e mezzo.                          

La delegata alla protezione civile Avv. Giuliana De Vinco.                            

Il Sindaco Ing. Giuseppe Spagnuolo

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid in Irpinia, vaccinati più della metà dei cittadini atripaldesi

AvellinoToday è in caricamento