menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Covid Campania, Gimbe: "La terza ondata è iniziata"

Crescono i ricoveri in ospedale e forti i ritardi nelle vaccinazioni, anche se da oggi partono le adesioni per il personale universitario e le forze dell'ordine in Campania

Il monitoraggio indipendente della Fondazione GIMBE rileva nella settimana 24 febbraio-2 marzo 2021, rispetto alla precedente, un netto incremento dei nuovi casi (123.272 vs 92.571)  e un modesto calo dei decessi (1.940 vs 2.177). In forte rialzo i casi attualmente positivi (430.996 vs 387.948), le persone in isolamento domiciliare (409.099 vs 367.507), i ricoveri con sintomi (19.570 vs 18.295) e le terapie intensive (2.327 vs 2.146). Per Nino Cartabellotta, Presidente della Fondazione GIMBE, "rispetto alla settimana precedente, in 16 Regioni e nella P.A. di Trento aumentano i casi attualmente positivi per 100.000 abitanti e in tutto il Paese sale l’incremento percentuale dei nuovi casi ad eccezione della P.A.di Bolzano, Umbria e Molise già sottoposte a severe misure restrittive. Sul fronte ospedaliero, l’occupazione da parte di pazienti COVID supera in 5 Regioni la soglia del 40% in area medica e in 9 Regioni quella del 30% delle terapie intensive.

Gimbe-4

In Campania i posti letto occupati in ospedali da pazienti Covid è pari al 33% (media nazionale è al 31%). Mentre i ricoveri in terapia intensiva dei positivi al Coronavirus è al 21% (media in Italia del 26%). Consistente invece l'incremento dei contagi rispetto alla settimana precedente. 

Vaccinazioni

I ritardi nella fornitura di dosi all'Italia hanno provocato un rallentamento nella campagna vaccinale. La Campania poi lamenta anche una penuria di dosi rispetto ad altre regioni meno popolose. I dati sono impietosi: ha completato il ciclo della doppia dose al momento in Campania solo il 2,14%.

Vaccino gimbe-2

In Campania ha completato il ciclo vaccinale solo il 2% degli over 80 (media nazionale di poco sopra al 3%). L'auspicio è che l'approvazione dei vaccini Johnson e Johnson e Sputnik possa avvenire in maniera rapida, al fine di vaccinare al più presto soprattutto le fasce più a rischio della popolazione (anziani su tutti). Da oggi partono le adesioni per le vaccinazioni per forze dell'ordine e personale universitario.

Leggi la notizia su NapoliToday 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Ora è ufficiale: la Campania torna in “zona gialla”

  • Cronaca

    Coronavirus in Irpinia, anziano deceduto al Moscati

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento