rotate-mobile
Martedì, 27 Settembre 2022
Cronaca

Cosmetici privi di etichettatura da OVS, cosa accade al commercio?

Anche oggi una operazione della Guardia di Finanza ha riguardato il mondo del commercio in Irpinia

Nell’ambito di mirati servizi predisposti dal Comando Provinciale di Avellino a contrasto dell’abusivismo commerciale ed alla conformità alla vendita di prodotti, i militari del Gruppo del capoluogo irpino hanno proceduto al controllo di due punti vendita della nota catena commerciale OVS, ubicati a Mercogliano e Atripalda, rinvenendo, esposti alla clientela, circa 4.000 prodotti cosmetici di vario tipo, privi di etichettature riportanti le caratteristiche e la composizione del prodotto, difformemente a quanto previsto dalla normativa vigente di cui al Regolamento UE 1223/2009.

I responsabili dei rispettivi punti vendita sono stati segnalati agli Enti locali competenti e destinatari della prevista sanzione pecuniaria, variabile da € 500 ad € 4.000,00.

L’attività svolta testimonia l’azione esercitata dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Avellino nella prevenzione e nel contrasto alla vendita di prodotti potenzialmente dannosi per la salute e la pubblica incolumità dei consumatori.

Commercio irpino: troppi casi di illegalità 

L'operazione odierna, condotta dalle Fiamme Gialle di Avellino, fa eco a quella portata a termine brillantemente dai NAS e dal Nucleo dell'Ispettorato del Lavoro dei Carabinieri nella serata di sabato scorso, quando - all'interno di un noto locale del capoluogo avellinese - fu riscontrata la presenza di quattro lavoratori in nero, di cui uno minorenne.

Appare evidente che, di fronte a queste situazioni di profonda illegalità - strettamente collegata con il mondo del commercio in Irpinia - occorra prendere provvedimenti più stringenti. Un cambio di rotta che deve partire in primis dalla gente.

Non ci si può girare dall'altro lato quando ci si imbatte nel lavoratore minorenne che ti serve al tavolo. Non ci si può girare dall'altro lato quando incontri il rivenditore della grossa catena commerciale vendere prodotti contraffatti. Non ci si può girare dall'altro lato quando ci si imbatte in ogni forma di illegalità.

In Irpinia, stiamo registrando una enorme criticità. Tra prodotti contraffatti, lavoro nero/minorile e vendita di alimenti di dubbia provenienza, ci troviamo davanti a una vera emergenza illegalità nel mondo del commercio. È giunto il momento di approfondire ulteriormente un problema molto grave, affrontandolo con tutti i mezzi che si hanno a disposizione.

Non giriamoci dall'altro lato...

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cosmetici privi di etichettatura da OVS, cosa accade al commercio?

AvellinoToday è in caricamento