Cronaca

Coronavirus, Speranza: "Misure severe a Natale per evitare chiusure pesanti a gennaio-febbraio"

Le parole del ministro

"Misure severe a Natale per evitare chiusure pesanti a gennaio-febbraio". A parlare è il ministro della Salute Roberto Speranza, in occasione della presentazione del piano vaccinale al Senato. "La stretta del Governo è difficile ma necessaria - ha detto il ministro - Dati sono incoraggianti per il controllo del contagio, ma la situazione resta seria in tutto il Paese, nessuna sottovalutazione è ammissibile. Resta grande pressione sugli ospedali. L'onda resta alta e non dobbiamo illuderci ai primi risultati. Non bisogna ripetere le stesse leggerezze commesse in estate. Servono misure severe a Natale per evitare chiusure pesanti a gennaio-febbraio. Se abbassiamo la guardia la terza ondata dietro angolo"

Vaccino gratis per tutti

"Da gennaio avremo i primi vaccini. Siamo a una svolta, vicini a un approdo, ma nessun vaccino è stato ancora approvato da Ema e Fda. Serve ancora cautela. Il vaccino sarà gratis per tutti, è un diritto per tutti gli Italiani. Non vogliamo correre il rischio di non disporre delle dosi. Il piano vaccinale sarà completo nel quarto trimestre del 2021. Le prime categorie da vaccinare sono operatori sanitari e socio-santari per il rischio più elevato. La seconda categoria che ha priorità nel vaccino riguarda i residenti e il personale delle Rsa. Le persone di età avanzata rientrano nella terza categoria che avrà priorità di vaccino, insieme a chi ha malattie croniche".

Cuore della campagna vaccinale in primavera-estate

"Saranno disponibili siti ospedalieri e unità mobili per chi non può raggiungere centri vaccinali. Il cuore della campagna vaccinale lo avremo in primavera-estate  Ad oggi sono state indicate due date da Ema: 20 dicembre per il vaccino Pfizer e 12 gennaio per il vaccino Moderna. Avremo 8mln di dosi da Pfizer e 1,346mila dosi da Moderna. Campagna vaccinale sarà uno sforzo senza precedenti che chiederà grande sforzo collettivo, e avverrà con trasparenza e serietà. La distribuzione dei vaccini avverrà con coinvolgimento delle forze armate. Nella fase iniziale le vaccinazioni saranno effettuate presso gli ospedali o le unità mobili. Ricorreremo, con la pubblicazione di un bando, a professionalità esistenti nel Paese e coinvolgeremo le scuole di specializzazione medica. Migliaia di iscritti alle scuole di specializzazione parteciperanno alla campagna vaccinale".

Il ministro Speranza in diretta dal Senato

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, Speranza: "Misure severe a Natale per evitare chiusure pesanti a gennaio-febbraio"

AvellinoToday è in caricamento