Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca

Coronavirus e il dramma delle ludoteche: “Ci sentiamo abbandonati da tutti”  

"Il nostro settore è uno dei settori più a rischio di tutti, essendo chiusi da più di 40 giorni come da decreto e non essendo ora menzionati in nessuna data di riapertura"

“Ci sentiamo letteralmente abbandonati da tutti”  Parla Sara Santulli, la responsabile della nota Ludoteca "Ullallà" di Monteforte Irpino, sita nel centro commerciale Montedoro.

"Il nostro è uno dei settori più a rischio di tutti"

"Il nostro settore è uno dei più a rischio, essendo chiusi da più di 40 giorni, come da decreto, e non essendo ora menzionati in nessuna data di riapertura. Le spese di gestione continuano a esserci. In questi giorni mi sono unita a vari gruppi e, insieme, stiamo creando un'associazione di settore. Siamo più di 100 ludoteche delle Campania e abbiamo scelto la denominazione ALNIC (Associazione ludoteche e nidi insieme campania). Insieme abbiamo scritto una lettera al Presidente De Luca, con la speranza che il nostro appello sia ascoltato. Il nostro scopo non è quello di ottenere una data di riapertura, sappiamo che quella dei bambini è una delle fasce più delicate, ma vorremmo un maggiore sostegno per resistere".

Chiediamo aiuto per i fitti

"Chiediamo aiuto per i fitti, su cui non è ancora stata presa una decisione. Le bollette continuano ad arrivare e ci occorre un prolungamento della cassa integrazione. Anche i genitori hanno bisogno di certezze che, al momento, non possiamo dargli. Con la fase 2, molti di loro torneranno a lavoro e i figli avranno bisogno di essere accuditi. Non voglio dilungarmi più di tanto ma chiediamo solo di essere ascoltati… vi saluto con il nostro motto: " #unitisivince, #unitisicresce, NOI NON MOLLIAMO"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus e il dramma delle ludoteche: “Ci sentiamo abbandonati da tutti”  

AvellinoToday è in caricamento