Cronaca

Coronavirus, gli operatori del Moscati lanciano l'allarme

La situazione è al collasso

Il grido d’allarme arriva dagli operatori del Moscati. Il sindacato Nursind sta accogliendo tantissime chiamate. Il personale è sottoposto a duri turni. La dichiarazione di Romina Iannuzzi del Nursind “La situazione é drasticamente precipitata dalla struttura si chiede un intevento urgente degli organi istituzionali . Un tavolo di crisi. Bisogna che qualcuno prenda in mano la situazione come nelle maxi emergenze .Siamo al tracollo. Gli operatori sono sottoposti a turni massacranti. Manca il personale non si riesce ad arginare la carenza organizzativa . Ed è solo l’inizio. Medici e infermieri da soli e senza sosta non possono reggere. La rianimazione è piena. Bisogna che ogni reparto predisponga altri posti letto. Ci vogliono risorse umane e presidi. Gli operatori sono sfiniti fisicamente e psicologicamente. Bisogna recuperare risorse laddove si può.. A breve la Rianimazione sarà tutta Covid”.

Michele Rosapane, sindacato Nursind, rincara la dose:  “L’Asl è assente. Al Moscati siamo al collasso. Idem per gli operatori del 118. Questa serata abbiamo effettuato altri sette ricoveri. Mancano i respiratori. Non possiamo reggere, non possiamo avere tutta l’emergenza al Moscati. Ariano deve fare la sua parte. Fino a questa mattina non era stata effettuata neanche la sanificazione delle autoambulanze. Tutto ciò è impensabile. Al Moscati oltre a mancanza di respiratori mancano i percorsi separati per i pazienti perché la direzione medica di presidio insieme al responsabile dell'ingegneria clinica non hanno voluto effettuare i lavori. Manca una tenda pre Triage all'esterno, unico ospedale dea di secondo livello senza pre Triage. Abbiamo una direzione che finora ha fatto poco e in più l'Asl di Avellino è latitante”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, gli operatori del Moscati lanciano l'allarme

AvellinoToday è in caricamento