menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, Aliberti (Noi Campani): “Ariano non ci ha insegnato nulla”

Lo sfogo del medico montorese contro l'Asl e il Moscati: "È inaccettabile che vengano ancora commessi errori così marchiani"

“Gli errori commessi sul Tricolle continuano a essere ripetuti e ancora una volta viene messa a rischio la salute del personale sanitario e dei pazienti che transitano nel pronto soccorso del Moscati”. Bruno Aliberti, candidato della lista “Noi Campani” interviene sul caso del Pronto Soccorso del Moscati, che ancora una volta, si trasforma in focolaio.

Aliberti contro Asl e Moscati: "Perseverare è diabolico"

Il medico di Montoro non risparmia i manager dell’Asl e dell’azienda cittadina. “L’emergenza, purtroppo, non ha insegnato nulla a chi è alla guida dei nostri nosocomi. È inaccettabile che vengano ancora commessi errori così marchiani. Dopo il passaggio al pronto soccorso dei due casi Covid - aggiunge l'esponente della lista Noi Campani con Mastella - il primo sabato e il secondo domenica, gli ambienti non sono stati nemmeno sanificati, come prescritto dalla circolare del Ministero della Salute. Al contrario della prudenza da sempre adottata da De Luca, in provincia si continua a trattare con superficialità un pericolo che è di nuovo dietro l’angolo, trattando il malato di Covid e accogliendolo in corsia come tutti gli altri”.

Aliberti contesta soprattutto l'atteggiamento di chiusura da parte dei vertici della sanità. “Tutti possono incepparsi, ma perseverare è diabolico. È il momento di ascoltare le comunità e i territori. Anche la manager dell’Asl può essere messa in discussione se non lavora bene e non si confronta con medici di famiglia, amministratori e semplici cittadini, pensando invece, pur avendo più volte sbagliato, di avere sempre la soluzione in tasca. De Luca premia chi porta i risultati, ma certamente non lo farà ancora per molto con chi solo a parole comprende la gravità della pandemia, mentre nei fatti la ignora, considerando che i luoghi comuni della prima accoglienza, in provincia, come ci dicono i dati, continuano a essere causa di nuove infezioni”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, si aprono le prenotazioni per gli over 60

Attualità

Psicosi Astrazeneca, in Campania uno su tre rinuncia

Attualità

Ciclo vaccinale completo: la Campania ultima regione d'Italia

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus in Irpinia, altri due decessi al "Frangipane"

  • Cronaca

    Bambino positivo al Covid-19, scuola chiusa a Cervinara

  • Cronaca

    Sversamento illecito di acque reflue in un fondo agricolo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento