Cronaca

Coronavirus in Campania, De Luca: "Abbiamo avuto 70 milioni di vaccinati in Italia e non è successo nulla"

Il Governatore della Regione Campania traccia il punto della situazione sull'emergenza coronavirus: "Bene ha fatto Draghi ad affermare che si vada con forza verso la vaccinazione obbligatoria"

Nel corso del consueto appuntamento con la videodiretta del venerdì pomeriggio, il Governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca ha fatto il punto della situazione sull'emergenza coronavirus, in particolare sulle misure di contenimento dell'epidemia, e sulla campagna vaccinale. Il Presidente della Regione si è soffermato anche sulle iniziative per la ripartenza della regione e, soprattutto, della scuola in vista dell'imminente ripresa delle lezioni.

"C'è una buona tenuta, non registriamo ingolfamento nelle strutture ospedaliere, dobbiamo avere fiducia per il futuro e sarà tanto più grande quanto più ci impegneremo in questi due mesi in uno sforzo conclusivo nella campagna di vaccinazione. Le preoccupazioni che ancora mostrano i cittadini non vaccinati? Una preoccupazione che si è determinata nelle persone ragionevoli arriva dalla non chiarezza del governo nazionale. Noi abbiamo il massimo rispetto nei confronti di queste persone. Noi, però, abbiamo tutti gli elementi di valutazione scientifica che ci danno tranquillità. Abbiamo avuto 70 milioni di vaccinati in Italia e non è successo nulla. Così come le preoccupazioni nei confronti di Astrazeneca e Jhonson & Jhonson sono del tutto inutili in Campania, perché usiamo solo Pfizer o Moderna”.

Salvini e Meloni nel mirino del presidente

"Salvini e Meloni, ma voi cosa proponete all’Italia?" è la domanda che si è posto il presidente della Giunta regionale della Campania, Vincenzo de Luca, parlando dei due esponenti politici e della loro posizione sui green pass.  "Ma voi cosa fareste per l’Italia? Per rilanciare l’Italia. Non funzionano così, per magia, la vita e il mondo; e non funziona quando parliamo di una pandemia".

Il duro attacco ai No-Vax

“C’è un settore dell’opinione pubblica - fortunatamente molto piccola - che adotta comportamenti scriteriati, demenziali: ‘Il Green Pass e i vaccini toccano la libertà, io sono libero di fare ciò che voglio’. Non si è liberi di fare quello che ci passa per la testa, ma si può nell’ambito del rispetto, della vita e delle esigenze della comunità dove si vive. Quando abbiamo avuto i reparti ingolfati noi abbiamo tolto la libertà a una serie di concittadini che avevano malattie cardiologiche, neurologiche, oncologiche. Migliaia non hanno potuto godere della libertà di curarsi perché sono stati chiusi i reparti ordinari. Se la tua libertà significa togliere la libertà di cura ad altri è inaccettabile. Dobbiamo riprendere la campagna di screening oncologici e, per questo, occorre completare la campagna vaccinale. A parte qualche squinternato No-Vax, nessuno ha mai detto nulla contro l’obbligatorietà della vaccinazione scolastica per i bambini. Bene ha fatto Draghi ad affermare che si vada con forza verso la vaccinazione obbligatoria”.

Vincenzo De Luca usa l'arma del sarcasmo contro i no-vax e no-pass: "Ci sono scempiaggini che purtroppo dobbiamo ascoltare", afferma. E poi l'attacco  ai no-pass e no-vax diventa una sequenza di battute: "La manifestazione? Erano in due…ma manco erano manifestanti… a Napoli erano due panzoni di sessant'anni in piazza a protestare, forse erano due che avevano mangiato una pizza fritta ed erano lì per digerire…".

La "Camminata in Rosa" a Mercogliano

Il giorno del Santissimo Nome della Beata Vergine andrà in scena la settima edizione della manifestazione 'in rosa'. Dopo il Drive In tenutosi lo scorso anno tra Bagnoli e la Piana del Laceno, quest'anno l'evento sarà in perfetta continuità con le precedenti Camminate Rosa: il 12 settembre si partirà – come consuetudine – da Viale San Modestino, a Mercogliano, per raggiungere a piedi la Città di Avellino dove sarà celebrata la Messa e sarà possibile partecipare alla raccolta fondi per l’acquisto di un casco refrigerante da donare al reparto di Oncologia dell’Ospedale Moscati, strumento fondamentale per dare supporto e sollievo alle donne nelle fasi della chemioterapia. Ad affermarlo è  anche il governatore De Luca: “Invito tutti a partecipare alla “Camminata in Rosa” a Mercogliano. Una iniziativa lodevole che ha sempre fatto molto per curare il problema del tumore al seno che affligge le donne”.   

La situazione della scuola

“Si aprono le scuole il 15 settembre. Abbiamo una situazione ottima per quanto riguarda il personale scolastico. Noi siamo la prima regione in Italia per quanto riguarda le vaccinazioni nelle scuole. Sono tutto obbligati ad avere il Green Pass. Abbiamo ovviamente un problema ancora aperto per quanto riguarda gli studenti. Nella fascia di età tra i 12 e 19 anni, ancora, ci sono 200mila giovani che ancora non hanno aderito. I dati, quindi, affermano che circa il 60% dei nostri giovani non ha ancora aderito. Vi chiedo di darci una mano a completare l’immunizzazione della popolazione studentesca. Noi faremo di fare tutto ciò che è in nostro potere ma l’unica arma per tutelare i nostri figli è la vaccinazione”.In vista dell’apertura del nuovo anno scolastico, infine, il governatore ha annunciato il ritorno in Campania dell’abbonamento gratuito per gli studenti; ma con una importante novità: Riceveranno l’abbonamento gratuito solo gli studenti vaccinati contro il Covid". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus in Campania, De Luca: "Abbiamo avuto 70 milioni di vaccinati in Italia e non è successo nulla"

AvellinoToday è in caricamento