Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca

Covid-19, donna dimessa e poi risultata positiva, il Moscati: "Messe in atto tutte le misure di sicurezza"

Il Moscati si è espresso in merito al caso della donna negativa al nuovo Coronavirus durante il ricovero e risultata positiva al successivo accesso in Pronto Soccorso:"Tutelati i pazienti e gli operatori"

In relazione all’episodio della paziente pervenuta al Pronto Soccorso dell’Azienda Ospedaliera “San Giuseppe Moscati” di Avellino il 23 aprile scorso e trasferita al Covid Hospital per essere risultata positiva al nuovo Coronavirus a seguito dell’esecuzione del tampone naso-faringeo, si precisa che la stessa paziente era stata ricoverata il 5 aprile scorso nell’Unità Operativa di Nefrologia della Città Ospedaliera con una refertazione di negatività al Covid-19 già in possesso della donna e che, durante il periodo di degenza, protrattosi fino al 20 aprile, la paziente non ha mostrato alcun sintomo riconducibile al Coronavirus.

L’Asl Avellino sta procedendo all’indagine epidemiologica volta a ricostruire la filiera dei contatti

Grazie al protocollo di sicurezza attivato in Pronto Soccorso, il 23 aprile si è evitato che la paziente venisse ricoverata in una unità operativa non Covid. Una volta ricostruita la storia clinica della donna, si è proceduto immediatamente a ripetere i tamponi naso-faringei – la cui esecuzione è già programmata ciclicamente per tutti gli operatori sanitari dell’Azienda – al personale in servizio nell’Unità Operativa di Nefrologia, in Pronto Soccorso e in Radiologia. Lo screening, avviato già all’indomani della segnalazione dell’accaduto, sarà ultimato entro oggi. L’Asl Avellino, inoltre, sta procedendo all’indagine epidemiologica volta a ricostruire la filiera dei contatti avuti dalla donna per cercare di risalire alle cause del contagio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid-19, donna dimessa e poi risultata positiva, il Moscati: "Messe in atto tutte le misure di sicurezza"

AvellinoToday è in caricamento