menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus a Contrada, il sindaco De Santis: "Sto bene, il mio secondo tampone inviato al Cotugno"

Il primo cittadino tranquillizza la comunità e invita a stare uniti

"Vi è una contraddizione tra il test sierologico e il primo tampone, per cui sono stato sottoposto a un secondo tampone per ottenere un esito definitivo". Il sindaco di Contrada, Pasquale De Santis, chiarisce le sue condizioni di salute, alla luce della notizia di stamattina sulla positività al coronavirus del primo cittadino.

Primo tampone positivo, il secondo inviato al Cotugno

Il sindaco ha ricostruito cronologicamente l'intero quadro della situazione: "Mercoledì mattina sono stato sottoposto dapprima a un test rapido, che ha dato un esito incerto, e poi a un secondo test rapido, che ha fornito un altro esito poco sicuro. A questo punto, sono stato sottoposto a un test sierologico e al tampone. Dall'esito del test sierologico si evince che, purtroppo, nei mesi scorsi, ho contratto il coronavirus. Ho avuto una febbre molto alta a fine gennaio, posso pensare che sia stato questo l'episodio collegato al contagio. Dal test, al tempo stesso, si evidenzia che io sono immune al Covid, avendo sviluppato un numero elevatissimo di anticorpi. Non solo sono immune, ma non ho neanche alcuna possibilità di infettare persone che sono state in contatto con me".

Il primo tampone effettuato dall'Asl, tuttavia, ha dato esito positivo: vi è una contraddizione, quindi, tra il test sierologico e il tampone. "Sono stato sottoposto a un secondo tampone, qualche minuto fa, dall'Asl di Avellino ed è stato inviato al Cotugno, per avere una certezza definitiva sulla positività o negatività al virus".

Chiusi gli uffici comunali, da domani tamponi ai dipendenti e ai componenti del Consiglio

De Santis ha, inoltre, informato la cittadinanza riguardo alla chiusura degli uffici comunali in via preventiva: "E' stata effettuata una sanificazione nella sede e tutti i dipendenti comunali lavorano, ora, in smart working. Dobbiamo risolvere soltanto il problema dell'ufficio anagrafe, perché è quello più urgente e necessario. Ma credo che, a seguito della sanificazione, anche quell'ufficio potrà essere riaperto. Naturalmente, tutti i dipendenti comunali, i consiglieri e gli assessori sono stati inseriti nella lista dei tamponi che saranno effettuati già a partire da domani mattina".

Un appello, infine, alla comunità: "Vorrei pregarvi di rimanere uniti in questo momento: quello che è successo a me può accadere a chiunque e mi ritengo fortunato di non avere recato conseguenze, né a me né a nessuno dei miei familiari".  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento