rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca

Coronavirus, consigliere Iandolo: "Il Comune di Avellino attivi al più presto il C.O.C."

Il capogruppo di APP, dal 30 dicembre scorso, chiede con urgenza la riattivazione del Centro Operativo Comunale di Protezione Civile per affrontare il diffondersi del contagio da Covid-19

In Irpinia e in città, ogni giorno si registrano dati preoccupanti relativi ai nuovi casi di positività da Covid-19. La situazione epidemiologica è al centro del dibattito cittadino e non solo, anche politico. E' dal 30 dicembre scorso che Francesco Iandolo, consigliere di opposizione al comune di Avellino, continua a ribadire l'importanza di riattivare urgentemente il Centro Operativo Comunale di Protezione Civile affinchè le diverse istituzioni politiche, sanitarie e sociali possano coordinare il piano di interventi per affrontare il diffondersi del contagio da Covid-19. Attualmente, tale richiesta non ha avuto ancora una risposta da parte dell'amministrazione comunale.

"L'Asl ha dimostrato scarsa organizzazione"

"La struttura sanitaria locale ha dimostrato fin qui una scarsa organizzazione, che se da un lato non riesce a garantire l’accesso alla terza dose di vaccino a chi ha già superato i cinque mesi dalla seconda, dall’altro rende impossibile prenotare la somministrazione domiciliare per i non deambulanti - scrive il consigliere Francesco Iandolo - allo stesso tempo la situazione presenta gravi criticità sul tracciamento dei contagiati e dei contatti che in questi giorni, in città e in provincia, sono totalmente fuori controllo".

"Il Comune allestisca un'area per sottoporsi a tamponi gratuiti"

"Riaprire il COC dovrebbe essere solo il primo passo per il Comune di Avellino che dovrebbe impegnarsi ad allestire un’area che consenta ai cittadini di sottoporsi ai tamponi mettendo a disposizione uomini e mezzi per permettere una prestazione gratuita ai tanti cittadini che grazie alla loro prudenza personale si sottopongono al test per evitare, se contagiati, di diffondere ulteriormente il virus. Questo potrebbe essere fatto anche richiamando farmacie e centri di analisi a organizzarsi ed effettuare i test in aree comunali che permettano di evitare assembramenti lungo le strade cittadine fornendo così un servizio migliore come avviene in altri comuni. L’intervento di coordinamento del Comune, oltre a garantire condizioni più dignitose, potrebbe servire anche a poter effettuare test a prezzi ridotti, mettendo a disposizione strumenti e attrezzature, ma soprattutto fornendo un supporto di comunicazione istituzionale in questo momento completamente assente" aggiunge Francesco Iandolo.

"In questo momento va evitato che i cittadini perdano fiducia nelle istituzioni e vanno date risposte immediate ai bisogni più elementari. Se vogliamo contenere i contagi da Covid 19 tutti devono fare la propria parte, i cittadini adottando prudenza e rispettando il distanziamento fisico e l’utilizzo delle mascherine, le istituzioni mettendo in campo tutto quanto in loro potere per interrompere la catena dei contagi impedendo che problemi di natura economica possano limitare la necessaria prevenzione e precauzione dei cittadini nei confronti della pandemia".

"Il Sindaco non può gestire da solo questa emergenza"

In merito alla vertenza dell'Uds Avellino e degli studenti irpini, che hanno chiesto ed ottenuto un tavolo con le istituzioni locali per chiedere che vengano prese misure utili al contenimento del virus anche negli istituti scolastici, il consigliere comunale scrive sulla propria pagina Facebook: "Accogliendo con favore l'incontro e l'ascolto delgli studenti sono convinto che in un comune medio grande come quello del Capoluogo è impensabile che a gestire questa emergenza sia solo il Sindaco. È per questo che credo che le richieste degli studenti vadano gestite in un Centro Operativo Comunale di Protezione Civile per consentire a tutti i soggetti di fare la propria parte e farla meglio!".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, consigliere Iandolo: "Il Comune di Avellino attivi al più presto il C.O.C."

AvellinoToday è in caricamento