Coronavirus in Campania, De Luca: "Con 1000 nuovi positivi al giorno sarà lockdown"

Il Governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca: "Chi non ha sintomi deve andare a casa"

Il Governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni nel corso della consueta diretta Facebook per fare il punto sull’emergenza epidemiologica da Covid-19.

“Abbiamo registrato nelle scorse settimane, nei giorni scorsi, elementi di disinformazione che vanno chiariti e corretti. Siamo di fronte a un’aggressione mediatica alla Campania. Ce lo aspettavamo. Ho detto ai nostri dirigenti di lavorare e non lasciarsi distrarre. Voglio sottolineare che non c’è mai stato nessun bavaglio all’informazione. L’informazione non arriva solamente dal Cotugno. Questa mattina mi è capitata di vedere un’altra trasmissione che, in diretta da Napoli 1, comincia un servizio relativa a 700 persone ferme nei locali dell’Asl per fare i tamponi. Tutto falso. L’Asl, per evitare i problemi, stabilisce delle fasce orarie. 70-100 persone l’ora. Per le persone prenotate, invece, non ci sono attese. L’assembramento dura fino alle 11, poi tutti liberi”.  

“Mentre nei mesi passati si facevano tamponi generici, adesso facciamo tamponi mirati”

“Abbiamo fatto prevenzione molto prima anche rispetto al Governo Nazionale. Mentre nei mesi passati si facevano tamponi generici, adesso facciamo tamponi mirati. Contatti diretti e indiretti dei soggetti positivi. La Regione Campania ha fatto una scelta mirata. Noi cerchiamo di andare a scovare i positivi, per evitare di vederli girare per la Regione. Ieri abbiamo fatto una gara per trovare due laboratori che ci permetteranno di fare 10mila tamponi al giorno. Ma questo crea dei paradossi. Mancanza di personale. Difficoltà di gestione dei nuovi positivi. La Campania ha un numero bassissimo di dipendenti rispetto alle altre regioni.  Lavoriamo con meno della metà dei dipendenti della Lombardia. Questo serve a spiegare a qualche buontempone che la Campania, per densità abitativa e per numero di dipendenti, continua a fare miracoli”.  

I provvedimenti adottati dal presidente della Regione

“Ad oggi abbiamo 671 posti letti destinati al Covid. Liberi ce ne sono ancora 150. Abbiamo 52 ricoveri nella terapia intensiva. Ne abbiamo altrettanti ancora liberi. La novità, rispetto, alla prima parte della pandemia, è che oltre il 90% dei positivi sono asintomatici. Adesso entriamo nella fase “D”, con numero alto di contagi. Se dovessimo avere un incremento di più 800 positivi -rispetto ai guariti – sarà lockdown. Questo cosa vuol dire: che con l’incremento di 800 positivi al giorno, cioè 1.000 positivi e 200 guariti, chiuderemo tutto. Noi dobbiamo avere ancora 200 ventilatori polmonari e tutta l’attrezzatura relativa ai tamponi. Stiamo lavorano per arrivare a fare 20mila tamponi al giorno ma questo non risolve il problema". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autocertificazione, ecco il nuovo modulo da scaricare

  • Incidente mortale in moto: chi era Maria, professionista dal "gran cuore"

  • Decathlon Mercogliano, partono i colloqui di lavoro per l'imminente apertura

  • Incidente fatale sull'A16, muore un 25enne irpino

  • Chiude il Civico 12: per Carmine Pacilio si apre una nuova storia

  • Domenica di sangue in Irpinia: donna muore in un incidente stradale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AvellinoToday è in caricamento