rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

Coronavirus in Campania, De Luca: "A Roma ognuno dice cose diverse, seguite le indicazioni della Regione"

Il Presidente della Regione Campania ha fornito gli ultimi aggiornamenti sull'emergenza epidemiologica: "Dobbiamo stare attenti, se esplodono la quarta ondata e l'influenza stagionale avremo di nuovo gli ospedali intasati"

Nel corso del consueto appuntamento con la videodiretta del venerdì pomeriggio, il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha fornito gli ultimi aggiornamenti sulla gestione della pandemia, sulla campagna vaccinale e su tutti gli altri avvenimenti rilevanti della settimana.

"Non acquisite nulla che arriva da Roma, né tantomeno da trasmissioni televisive pollaio"

Sulla campagna vaccinale anti-Covid, De Luca rivolge il solito appello alla cittadinanza campana: "Fate uno sforzo per non acquisire nulla che arriva da Roma, né tantomeno da trasmissioni televisive pollaio. Vi sono alcune trasmissioni che hanno bisogno di dare confusione, non notizie certe, per fare un po' di ascolti. Cercate di mantenervi coerenti con le indicazioni che vi dà la Regione Campania. A Roma abbiamo l'Aifa, l'Agenzia per il Farmaco, l'Istituto Superiore di Sanità, il Comitato Tecnico Scientifico, il Ministero della Salute e, udite udite, il Commissario per il Covid. Ognuno dice cose diverse. Per l'amor di Dio: non ascoltate nessuno. Limitatevi a seguire le nostre indicazioni".

Sull'emergenza epidemiologica: "Qui dobbiamo stare attenti, perché se avremo da qui ai prossimi mesi l'esplosione della quarta ondata e dell'influenza stagionale, avremo di nuovo gli ospedali intasati e di nuovo difficoltà a procedere con i reparti ordinari a disposizione per i nostri cittadini. Stiamo cercando di vaccinare con la terza dose i pazienti fragili e immunodepressi, ma anche personale scolastico, forze dell'ordine e, soprattutto, personale medico-sanitario. Oggi arriviamo a 18-20.000 vaccinazioni, c'è spazio per vaccinare tutti contestualmente. Rispondete alle convocazioni, ma presentatevi anche spontaneamente. Mi rivolgo a chi deve fare sia la prima, sia la seconda, sia la terza dose".

Sull'utilizzo obbligatorio della mascherina: "Mi rivolgo in particolare alle amministrazioni comunali, alle polizie municipali e alle forze dell'ordine, al fine di far rispettare la nostra ordinanza. Non ho visto un verbale da parte di chi avrebbe dovuto controllare chi camminava in giro senza mascherina. Poi si mettono in mezzo le scemenze, Natale, Halloween, le feste di laurea. È chiaro che in questo contento rischiamo di prolungare l'emergenza, facendo correre il rischio di dover chiudere di nuovo tutte le attività, come sta accadendo a Trieste: una città bellissima, violentata da bande di imbecilli. Siamo arrivati al punto, a Trieste, che qualcuno ha protestato per l'utilizzo degli idranti da parte delle forze dell'ordine. La prossima volta, daremo loro in dotazione coriandoli, petali di rose, rami e candele profumati. Grazie agli irresponsabili, Trieste oggi ha 800 positivi ed è la città con più contagi in Italia: una vergogna nazionale".

Sui fondi destinati alla sanità campana: "Non voglio togliere nulla a chi ha certificato centinaia di milioni di euro in più: ma quando ci troviamo a gestire 4 miliardi di euro di risorse aggiuntive per la sanità, sarebbe opportuno fare un riequilibrio delle risorse. Non ci sentono: fino a questo momento il Governo è stato sordo. Speriamo che si arrivi a una risoluzione di una battaglia eterna non di lamentazione, ma di correttezza nei confronti di tutti i cittadini italiani, dovunque collocati".

Reddito di cittadinanza: "Non possiamo consentirci il lusso di buttare dalla finestra miliardi di euro"

Tra i tanti argomenti affrontati, il Presidente della Regione Campania ha parlato anche dei furbetti del reddito di cittadinanza: "Non credo che dobbiamo abbandonarci alla demagogia. Un Paese civile ha il dovere di dare una mano alla povera gente, ma non si può consentire il lusso di buttare dalla finestra miliardi di euro: prima o poi, i debiti dell'Italia dovranno essere pagati. Non possiamo permetterci di essere superficiali e dare lo stipendiuccio a chi non ne ha bisogno. Se oggi i soldi del reddito di cittadinanza li dai a un camorrista, non li recuperi neanche se piangi cinese. Cerchiamo di essere seri. Preferisco dare gli asili nido gratuiti alle fasce inferiori di reddito, ma buttare i soldi così mi pare un delitto. Qui, qualcuno aveva fatto queste osservazioni tre anni fa, ma siamo in un Paese senza memoria, in cui la cosa più preziosa da ritrovare è il buon senso".

Ambiente: "Presto in Campania la piantumazione di un milione di alberi"

Il Governatore ha esordito parlando del G20 di Roma: "Devo dire che, per una volta, abbiamo avuto modo di essere orgogliosi come italiani per la capacità organizzativa mostrata dal Governo, per l'immagine della politica che abbiamo dato con Draghi e di bellezza incomparabile della nostra Capitale. Sono state due giornate davvero splendide di orgoglio nazionale, oltre che di dibattito decisivo sul tema dell'ambiente. Abbiamo unito, per una volta, l'Italia in un'immagine di unità e di orgoglio. Una volta finito il G20, abbiamo ricominciato con i pollai televisivi che ci fanno deprimere quotidianamente. Il G20 non ha prodotto tantissimi risultati, così come anche l'evento analogo che si sta svolgendo a Glasgow, ma credo che alcune cose importanti siano state acquisite. Il tema dell'ambiente deve diventare sempre più di attualità, capace di coinvolgere la sensibilità di ognuno di noi".

De Luca, inoltre, afferma che anche nella nostra regione vi sarà un'importante iniziativa in funzione dell'ambiente: la piantumazione in Campania di un milione di alberi. "Per questo progetto, vorrei coinvolgere gli studenti: dalle scuole, fino alle università, in funzione della transizione ecologica e dello sfruttamento delle risorse rinnovabili. Ci lavoreremo nelle prossime settimane per concretizzare questo progetto".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus in Campania, De Luca: "A Roma ognuno dice cose diverse, seguite le indicazioni della Regione"

AvellinoToday è in caricamento