menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus in Campania, De Luca: "Continua lo scandalo sui vaccini, zona gialla non significa fare ricreazione"

Le dichiarazioni del Governatore nel corso della videodiretta odierna: "Siamo all’avanguardia per la tutela sanitaria e per la trasparenza in termini di comunicazione. Il dato di ieri ci dice che, ai cittadini campani, hanno sottratto ancora 211.000 vaccini: è una vergogna nazionale"

Nel consueto appuntamento con la videodiretta del venerdì pomeriggio, il Governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca ha tracciato il punto della situazione sui contagi e sulla campagna vaccinale.

La Campania resta gialla: "Se non stiamo attenti saremo rossi entro due settimane”

Sulla decisione, ormai quasi ufficiale, di confermare la zona gialla per la Campania, De Luca afferma: "Siamo all’avanguardia per la tutela sanitaria, non c’è nessuna regione che può vantare questi risultati per gli ultraottantenni. Siamo la regione più trasparente in termini di comunicazioni sull’epidemia e sui vaccini. Anche qui, siamo all’avanguardia. Dobbiamo, però, fare attenzione: se pensiamo che zona gialla significa fare ricreazione, nel giro di due settimane diventiamo zona rossa. È meglio parlarsi con brutale chiarezza. Tutto ciò che succederà deriverà per il 50% dai nostri comportamenti, per l’altro 50% dalle vaccinazioni”.

Campagna vaccinale: "Lo scandalo continua”

Non si placano le polemiche sulla campagna vaccinale in Campania e, in particolare, sui ritardi nella consegna delle dosi, più volte rimarcato dal Presidente: "Ancora oggi, siamo ultimi nella ripartizione dei vaccini rapportata alla nostra popolazione. Il dato di ieri ci dice che, ai cittadini campani, hanno sottratto ancora 211.000 vaccini. È uno scandalo che continua, una vergogna nazionale. Qualcuno ha qualcosa da dire in questo Paese nel pensiero intellettuale e meridionalista e nel rispetto della Costituzione? Ad oggi, nonostante abbiate potuto vedere anche voi una tuta mimetica su un paio di anfibi vagare per l’Italia, tolgono a 211.000 cittadini campani i vaccini di cui avrebbero bisogno. A questo furto, vi è un altro sottofurto sui vaccini Pfizer: la Campania, anche qui, è ultima. Siamo, comunque, ancora primi in termini di due dati: numero di posti occupati nelle terapie intensive e numero di persone decedute per Covid”.

Un focus, inoltre, sulle iniziative messe in campo per il rilancio dell’economia e dell’occupazione, in particolare per il settore turistico: "Se avessimo i vaccini in proporzione alla nostra popolazione, saremmo i primi a completare il processo di immunizzazione. Capri, a breve, sarà Covid Free e sarebbe un attrattore per tutta Italia. Qualche settimana dopo, sarà il turno di Ischia. Intendiamo dare priorità al comparto turistico: oltre alle isole, alla Penisola Sorrentina, alla Costiera Amalfitana e Cilentana, al Litorale Domitio, per evitare di regalare milioni di turisti alla Spagna, alla Grecia, alla Croazia e ad altre regioni".

Fondi Ue: "Limitare il divario tra Nord e Sud, nessuna attenzione dal Governo: ci dimostri il contrario"

De Luca accoglie con soddisfazione il piano Ue da 200 miliardi per l’Italia, ma avverte: “Molti di questi miliardi li dovremmo restituire, ma a tassi di interesse sostenibili. Questa è una grande occasione per l’intero Paese, per il suo sviluppo economico e per il riequilibrio tra Nord e Sud. Dobbiamo sottolineare in maniera positiva l’aver conquistato queste risorse. Dobbiamo, però, riscontrare una criticità: la prima riguarda che al Sud dovrebbero essere destinate il 40% delle risorse, e non è così, non è una percentuale interna destinata ai fondi di bilancio. La linea della Campania è basata sul rigore e sulla serietà, siamo i primi a combattere la clientela e la cialtroneria in tante realtà del Sud, ma non possiamo limitare il tutto a queste valutazioni completamente sbagliate. Abbiamo raggiunto tutti gli obiettivi di spesa dei fondi europei, si è aperto un dibattito della spesa, ma qui va fatta una proposta seria, non demagogica. Offro un’occasione immediata al Governo e a tutti quelli che dicono che il Sud non è penalizzato di sostenere il contrario. Si diano ai cittadini le stesse risorse che si danno a cittadini di altri territori. Oggi, ogni cittadino campano riceve 30 euro in meno pro capite rispetto a un cittadino del Lazio, 42 in meno rispetto a un cittadino dell’Emilia-Romagna o del Veneto”.

Tantissime critiche anche sul Pnrr (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza): "Sigle che si danno alle galassie di nuova scoperta. Se partiamo in questo modo, partiamo male. Ai miei tempi, eravamo fiduciosi sul futuro, oggi siamo confidenti perché fa più radical chic. Abbiamo avuto lo stomaco di aver cambiato il Ministero dell'Ambiente in Ministero della Transizione Ecologica: l'unica cosa che abbiamo ottenuto è cambiare tutta la documentazione del Ministero. La verità è che noi siamo rimasti al Barocco, all'Arcadia, al burocratismo. Credo che ci siano tutti i motivi per non avere grande fiducia nel futuro. Siamo obbligati a essere confidenti, ma c'è anche qualche preoccupazione. Dobbiamo combattere a fondo questo piano: se non utilizziamo la spada per avere un processo di sburocratizzazione, sarebbe una tragedia per l'Italia e anche un grande peccato, perché non avremmo altre occasioni, probabilmente, per rilanciare economicamente il nostro paese".

Su Salvini: "Si è confermato il più grande sfondatore di porte aperte"

L'ennesima stoccata, infine, a Matteo Salvini: "Si è confermato il più grande sfondatore di porte aperte. Ho apprezzato la sua posizione su due argomenti. Il primo riguarda le chiusure alle 22, rivendicando come grande risultato quest'affermazione ma, questa cosa, Draghi l'aveva già detta dieci giorni fa. Il secondo riguarda la mozione di sfiducia mossa dalla Meloni al Ministro Speranza: Salvini ha votato contro la mozione. La mozione di sfiducia dura un quarto d'ora, la commissione parlamentare che propone Salvini dura un quarto di secolo, sulla base delle esperieneze passate".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Finalmente riapre il Cinema Partenio di Avellino

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento