Coronavirus in Campania, De Luca: "Non serve l'angoscia, ma la ragione"

Le dichiarazioni in videodiretta del Governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca

Nel corso della videodiretta odierna, il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha fatto il consueto punto della situazione sull'emergenza coronavirus e sulle azioni che verranno prese in considerazione per contrastare la diffusione del contagio. In primis, la situazione odierna sui contagi: "Abbiamo oggi 392 positivi, vorrei dire subito che dobbiamo avere un atteggiamento di tranquillità, consapevolezza del problema. Ho riscontrato stati di depressione e angoscia, che non servono a risolvere il problema. Serve la ragione".

"Mancano i controlli, il Ministero dell'Interno è irresponsabile"

Il problema, secondo De Luca, risiede nella totale mancanza di controlli da parte delle forze dell'ordine, conseguenza del continuo raggiro delle norme anti-Covid imposte e, quindi, dell'aumento vertiginoso dei casi: "In Campania, nei mesi di giugno e luglio, avevamo contagi zero. Per questo motivo, abbiamo deciso di adottare una convivenza con il Covid. Tale decisione, tuttavia, presuppone un rispetto rigoroso con le regole, altrimenti diventa un'azione suicida. Le forze dell'ordine sono completamente scomparse, almeno qui in Campania. Vorrei capire quante contravvenzioni sono state fatte finora e chi deve fare i controlli? Non voglio cose straordinare, però mi auguro che ci sia almeno il controllo su autobus e treni, dove non viene fatto il controllo sull'utilizzo della mascherina, così come nei bar, dove i gestori fanno il loro lavoro tranquillamente senza i dispositivi, o nei ristoranti dove non viene fatto il controllo della temperatura. Bisogna iniziare a creare il clima di consapevolezza: se c'è un clima di rilassamento generale, non riusciremo a condividere con il Covid".

Il Governatore, nel richiamare l'esempio delle azioni predisposte dal prefetto di Roma, di origini irpine, Matteo Piantedosi, ha sferrato un altro attacco alle forze dell'ordine e al Governo nazionale, principali responsabili dei mancati controlli, non solo in Campania: "Faccio i miei complimenti al Prefetto: ha fatto un richiamo a tutte le forze di polizia per eseguire un controllo a tappeto, con più servizi specifici dedicati. Ci auguro che anche da noi vengano predisposti tali servizi, che ci dicano quali saranno i servizi e la quantità di uomini e donne delle forze dell'ordine e delle polizie municipali che saranno impegnate nella lotta contro il coronavirus. Non è un favore che devono fare all'Italia o alla Campania: è un dovere! La mancanza di forze dell'ordine è un gesto di totale irresponsabilità del Ministero dell'Interno".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quando finirà la zona rossa in Campania: si rischia una settimana in più

  • Coronavirus, l'indice Rt di Avellino è quasi il doppio di quello di Napoli

  • Stazione Hirpinia, gara per l'ultimo lotto: 330 nuovi posti per 34 km di linea

  • Zona rossa, la spesa in un altro comune è possibile se più economica: il chiarimento

  • Coronavirus in Irpinia, sono 93 i positivi di oggi: altri 13 ad Avellino

  • Coronavirus in Irpinia, sono 115 i positivi di oggi: altri 19 ad Avellino

Torna su
AvellinoToday è in caricamento