Coronavirus in Campania, chiusura delle attività commerciali: la Regione chiarisce

Gli avventori degli esercizi di svolgimento delle attività indicate al primo periodo sono tenuti a rientrare al proprio domicilio

Con riferimento all’Ordinanza n. 83 del 22 ottobre 2020 e, in particolare, alle disposizioni di cui al punto 1, lett. a), a mente della quale: “è fatto obbligo di chiusura di tutte le attività commerciali, sociali e ricreative dalle ore 23.00 alle ore 5.00 del giorno successivo. Gli avventori degli esercizi di svolgimento delle attività indicate al primo periodo sono tenuti a rientrare al proprio domicilio, dimora o residenza entro le ore 23,30; 

Si precisa quanto segue:

1. l'obbligo di chiusura dalle ore 23,00 alle ore 5,00 del giorno successivo si applica anche ai distributori automatici;
2. per i soli bar/punti di ristoro presso le stazioni di servizio delle autostrade e tangenziali nonché quelli presenti all’interno di strutture di vendita all’ingrosso che osservano orari notturni di esercizio è consentita l'apertura, ma esclusivamente per le attività strettamente necessarie ai servizi essenziali agli utenti della rete stradale e agli operatori dei punti vendita all'ingrosso.

Scarica il chiarimento:

Chiarimento n. 40 del 23/10/2020

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ferrero assume operai e impiegati anche in Irpinia: come candidarsi

  • Zona arancione, rossa e gialla: le Regioni che cambieranno colore prima di Natale

  • La Campania cambia colore: la decisione di Speranza e la contromossa di De Luca

  • Zona rossa, scade l'ordinanza: la Campania confida nel cambio colore

  • Nuovo Dpcm 3 dicembre: lo stop ai parenti e le deroghe per residenza e domicilio nelle regole di Natale 2020

  • Fabrizio Corona rompe il silenzio sul matrimonio: la presunta moglie è avellinese

Torna su
AvellinoToday è in caricamento