menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Corso di Avellino brulica di persone, ma non dovevano esserci i controlli a tappeto?

Nella giornata di oggi, da questa e da molte altre fonti informative, era stato sottolineato a più riprese cosa si poteva fare in questa giornata di Pasquetta

Nella giornata di oggi, da questa e da molte altre fonti informative, era stato sottolineato a più riprese cosa si poteva fare in questa giornata di Pasquetta. Ci sono regole ben precise e sanzioni varie, ma la raccomandazione più importante resta quella di tenere conto della situazione e proteggersi usando un po' di buonsenso. Si rischiano multe da 400 euro a persona (ridotte a 280 euro se pagate entro cinque giorni dalla contestazione). Con il lockdown "morbido" di Pasquetta sono fortemente limitati gli spostamenti e sono vietati gli assembramenti. Il tutto per contenere la diffusione del contagio.

L'Italia è tutta rossa fino alla sera di Pasquetta e circa 70 mila agenti sarebbero dovuti essere impegnati a presidiare il territorio. Un lavoro enorme che, a dire il vero, non sembra aver riguardato le numerosissime persone che, in questa giornata, si sono riversate lungo le strade di Avellino, anche sfruttando la piacevole giornata di sole. 

E' opportuno ricordare che la mobilità DOVREBBE ESSERE limitata anche nel comune in cui si vive, se non per attività motoria o sportiva vicino a casa (si può uscire fuori dal comune per fare attività sportiva soltanto in bicicletta o di corsa, per intenderci) o per andare a trovare parenti o amici in massimo di due persone (i minori di 14 anni conviventi non si considerano nel conteggio).

Il coprifuoco resta sempre invariato tra le 22 e le 5, salvo motivi di lavoro, di salute o urgenze, da giustificare con l'autocertificazione.

Sempre consentiti gli spostamenti per raggiungere i figli minorenni presso l’altro genitore o comunque presso l’affidatario, in caso di genitori separati o divorziati, oppure per condurli presso di sé. Bisogna scegliere il tragitto più breve. Le coppie che vivono in città possono incontrarsi nel luogo in cui si ha la residenza, il domicilio o l’abitazione. 

Le regole sono state proposte, promulgate e sono entrate in vigore, qualcuno può comunicarci che fine hanno fatto coloro che sono predisposti a vigilare sul rispetto delle suddette regole? 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, si aprono le prenotazioni per gli over 60

Attualità

Psicosi Astrazeneca, in Campania uno su tre rinuncia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento