menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, Protezione Civile: "Diminuiscono i casi e crescono i guariti, in Campania 2.765 positivi"

I nuovi dati del bollettino odierno

880 nuovi casi di positività al coronavirus (aumento più basso dallo scorso 10 marzo) e ben 1.555 pazienti guariti in sole 24 ore (secondo valore in assoluto più elevato dall'inizio della diffusione della pandemia). Sale di 67 unità, invece, il bilancio dei casi in Campania, per un totale di 2.765 unità. E' questo il nuovo bilancio della pandemia di Covid-19 in Italia: a comunicarlo è la Protezione Civile, nella lettura del bollettino odierno che evidenzia, comunque, dati incoraggianti in ottica di un continuo e graduale calo della curva.

Il bollettino delle ore 18 (aggiornato al 7 aprile 2020)

Ecco il bollettino odierno: "Presso la sede del Dipartimento della Protezione Civile proseguono i lavori del Comitato Operativo al fine di assicurare il coordinamento degli interventi delle componenti e delle strutture operative del Servizio Nazionale della protezione civile. Nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del Coronavirus sul territorio nazionale, al momento 94.067 persone risultano positive al virus. Ad oggi, in Italia sono stati 135.586 i casi totali. Nel dettaglio: i casi attualmente positivi sono 28.343 in Lombardia, 13.048 in Emilia-Romagna, 10.704 in Piemonte, 9.965 in Veneto, 5.427 in Toscana, 3.738 nelle Marche, 3.212 in Liguria, 3.365 nel Lazio, 2.765 in Campania, 1.890 nella Provincia autonoma di Trento, 2.137 in Puglia, 1.379 in Friuli Venezia Giulia, 1.859 in Sicilia, 1.491 in Abruzzo, 1.301 nella Provincia autonoma di Bolzano, 846 in Umbria, 821 in Sardegna, 733 in Calabria, 593 in Valle d’Aosta, 265 in Basilicata e 185 in Molise. Sono 24.392 le persone guarite. I deceduti sono 17.127, ma questo numero potrà essere confermato solo dopo che l’Istituto Superiore di Sanità avrà stabilito la causa effettiva del decesso".

Borrelli: "Minor aumento di casi positivi dal 10 marzo a oggi"

Il Capo Dipartimento della Protezione Civile Angelo Borrelli mette in evidenza due dati fondamentali: "Ad oggi, si registrano 94.067 attualmente positivi, con un aumento di soli 880 pazienti rispetto a ieri: l'incremento più basso registrato dal 10 marzo scorso. Vi è, inoltre, un decremento di 106 pazienti in terapia intensiva, che porta il totale di ricoverati in terapia intensiva a 3.792 pazienti, mentre il numero di ricoverati con sintomi si assesta intorno alle 28.718 unità. Il numero dei pazienti positivi con sintomi lievi o senza sintomi è di 61.557 positivi. Purtroppo, registriamo 604 nuovi deceduti, ma il numero dei guariti sale a 24.392: 1.555 in più rispetto a ieri, il secondo valore in assoluto più alto da quando abbiamo registrato la diffusione della pandemia".

In occasione della Giornata Mondiale della Sanità, Borrelli lancia un messaggio a tutto il personale medico-sanitario in servizio nelle varie strutture d'Italia: "Il mio pensiero va agli operatori del sistema sanitario, impegnati per contrastare la diffusione del virus. Stanno dando il massimo per tutelarci. Il mio saluto va anche alle famiglie degli operatori sanitari, vittime della pandemia".

Rezza: "Aspettiamo cauti, forse questa è solo la prima vittoria"

Giovanni Rezza, Direttore del Dipartimento di Malattie Infettive dell'Istituto Superiore di Sanità, guarda con ottimismo ai dati odierni, invitando, al tempo stesso, alla calma: "Aspettiamo cauti, prima di tirare un sospiro di sollievo, anche se la situazione sembra in miglioramento. A prescindere da tutto, questo virus resterà nella popolazione: non arriveremo a zero dopodomani, ma bisognerà ingaggiare una dura lotta. Forse questa può essere la nostra prima vittoria, ma bisogna continuare a mantenere rigorosamente tutte le misure necessarie, ogni rilassamento potrebbe significare una ripresa della circolazione virale".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zona Rossa, la precisazione della Regione Campania

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento