menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cooperativa agricola impiegava 28 lavoratori irregolari: sanzioni per oltre 200mila euro

Sono stati, infine, emessi n° 28 provvedimenti di diffida accertativa per crediti patrimoniali finalizzati al recupero di crediti dovuti ai lavoratori impiegati nelle operazioni di raccolta dei prodotti ortofrutticoli nel periodo maggio - ottobre 2015

Continua l'azione congiunta di vigilanza della Guardia di Finanza di Avellino e della locale Direzione Territoriale del Lavoro finalizzata a contrastare i fenomeni di lavoro sommerso e della conseguente evasione fiscale, previdenziale e contributiva. Nello specifico, all'esito di un controllo effettuato nei confronti di una cooperativa agricola impegnata nella produzione e commercializzazione di prodotti ortofrutticoli con sede operativa nella Valle Caudina ed operante tra i Comuni di Rotondi e Cervinara sono stati individuati ben 28 lavoratori irregolari.

Attraverso l'esame della documentazione rinvenuta in sede di accesso ispettivo ed a seguito delle dichiarazioni acquisite dai soci, è emerso che nessuno dei lavoratori era stato formalmente assunto.

Al termine delle operazioni, nei confronti del responsabile della cooperativa è stato redatto apposito verbale nell'ambito del quale sono state contestate: - n° 20 maxi-sanzioni per le violazioni commesse per il periodo antecede al 24/9/2015 data di entrata in vigore del Jobs Act che prevedeva la sanzione in misura fissa, per un importo pari ad € 121.430,00 comprensivo delle giornate di impiego "a nero" di ogni singolo lavoratore (tot. gg. 662);  n° 9 maxi-sanzioni (significando che nr.1 lavoratore è stato trovato in nero per due periodi) secondo la procedura in vigore successivamente al 24/9/2015 (a seguito delle misure adottate dal Jobs Act che ha modificato la normativa sanzionatoria introducendo la procedura della diffida e della sanzione a scaglioni in maniera proporzionale al periodo di utilizzazione del dipendente in nero ), per un importo pari ad € 72.000,00; altre sanzioni collegate, dovute a violazioni in materia di lavoro, per un importo pari ad € 14.350,00; per complessive sanzioni pari ad € 207.780,00. Inoltre, sono stati interessati l'INPS e l'INAIL competenti per territorio, al fine di provvedere al recupero dei contributi e premi omessi in ragione dell'errata applicazione contrattuale in favore dei lavoratori impiegati nelle attività proprie della cooperativa e susseguente alla verifica ispettiva.

Sono stati, infine, emessi n° 28 provvedimenti di diffida accertativa per crediti patrimoniali finalizzati al recupero di crediti dovuti ai lavoratori impiegati nelle operazioni di raccolta dei prodotti ortofrutticoli nel periodo maggio - ottobre 2015.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zona Rossa, la precisazione della Regione Campania

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento