rotate-mobile
Cronaca

Controllo ai Regi Lagni, azienda nei guai per illecita gestione delle acque reflue industriali

L’azienda era dotata di un impianto di depurazione non funzionante composto da due vasche interrate, preposte alla raccolta delle acque reflue industriali che successivamente venivano illecitamente immesse nella pubblica fogna

Prosegue l’azione dei Carabinieri del Gruppo Forestale di Avellino, costantemente impiegati in servizi di controllo del territorio finalizzati a garantire sicurezza e rispetto della legalità.

I Carabinieri della Stazione Forestale di Monteforte Irpino, a seguito di attività di controllo al corpo idrico “Regi Lagni”, hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Avellino l’amministratore unico di un’azienda di Mugnano del Cardinale, ritenuto responsabile dell’illecita gestione delle acque reflue industriali: dall’accesso ispettivo emergevano difformità sulla gestione dei reflui prodotti dal processo di lavorazione in quanto l’azienda era dotata di un impianto di depurazione non funzionante composto da due vasche interrate, preposte alla raccolta delle acque reflue industriali che successivamente venivano illecitamente immesse nella pubblica fogna. Inoltre, i fanghi e le parti grossolane provenienti dalla grigliatura delle acque reflue industriali non risultavano mai smaltite superando il limite temporaneo di un anno. L’impianto di depurazione è stato sottoposto a sequestro, con la conseguente sospensione dell’attività produttiva.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controllo ai Regi Lagni, azienda nei guai per illecita gestione delle acque reflue industriali

AvellinoToday è in caricamento