menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Consultori familiari da salvare: le donne fanno rete

La presidente del Consiglio Rosa D'Amelio ha accettato di buon grado di partecipare al convegno: "I consultori familiari, a 40 dalla legge istitutiva, sono tutti a rischio chiusura"

Le donne fanno rete per salvare i consultori familiari.

La presidente del Consiglio Rosa D'Amelio ha accettato di buon grado di partecipare al convegno: "I consultori familiari, a 40 dalla legge istitutiva, sono tutti a rischio chiusura. Il commissariamento della sanità non ha permesso il turn over e chi va in pensione non viene sostituito. Partirono come una straordinaria esperienza socio sanitaria con ginecologi, sociologi, pediatri che prendevano in carico donne e bambini, educavano alla prevenzione, lavorando in sinergia con la rete di associazioni del territorio. Queste strutture vanno rafforzate e potenziate, almeno un consultorio per provincia dovrebbe essere dotato del patrocinio legale gratuito per le donne vittime di violenza. Ripartiamo da questo. Ormai siamo agli sgoccioli del commissariamento, finita questa fase tra i criteri di valutazione dei direttori dell'Asl va inserito ad esempio l'obbiettivo raggiunto dai consultori della rete territoriale di competenza".

A rincarare la dose Loredana Raia, consigliera regionale con delega alle pari opportunità: "Bisogna mettere in campo non solo risorse economiche, ma il necessario turnover per dare linfa nuova ai consultori.Le donne devono essere consapevoli che quei presidi sono indispensabili per la loro salute e per la loro serenità familiare e sociale».
Tanti gli interventi che al convegno odierno, presenti il commissario dell'Asl Avellino Mario Ferrante, la dirigente degli interventi socio-sanitari della Regione Campania Marina Rinaldi, Tea Di Matteo, già dirigente settore Sanità della Regione Campania, Carla Ciccone, dirigente di ginecologia dell'azienda ospedaliera «Moscati» di Avellino, Teresa Nigriello psicologa del Consultorio familiare di Lioni e Federico Troisi, direttore del distretto sanitario di Sant'Angelo dei Lombardi e il direttore del settore materno infantile dell'Asl Avellino Carmela Casullo.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Disfunzioni idriche in Irpinia: l'avviso di Alto Calore

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus in Irpinia, sono 90 i positivi di oggi: 12 ad Avellino

  • Cronaca

    Coronavirus in Irpinia, deceduto 83enne al Covid Hospital

  • Cronaca

    Coronavirus, tre casi di positività alla clinica "Montevergine"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento