Confermato il fermo dell’assassino di San Tommaso

Lunedì potrebbe essere il giorno dell’esame autoptico sul corpo della donna

E’ stato confermato il fermo dell’assassino di San Tommaso. L’uomo, 71 anni, è accusato di aver ucciso la sorella e di aver tentato di fare lo stesso con il fratello minore. L’uomo ha scelto di non parlare davanti al Pm.

Al fratello, intanto, sono stati ricostruiti i tendini della mano sinistra ed è stata suturata una ferita all’altezza della gola. L’aggressore, nella serata di ieri, è stato portato in carcere a Bellizzi. La Procura, dopo l’interrogatorio davanti al Pm, ha confermato il fermo. Le accuse a carico dell’ex dipendente dell’Inps di Bologna sono di omicidio aggravato e tentato omicidio.

Infine, lunedì potrebbe essere il giorno dell’esame autoptico sul corpo della donna. Poi la salma verrà restituita ai familiari per celebrare il funerale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La terra trema ancora, altra scossa in serata

  • Brutto incidente ad Avellino, tre le auto coinvolte

  • Nuovo Clan Partenio, si stringe il cerchio sui rapporti tra camorristi e professionisti

  • Quasi tre anni in carcere da innocente, finisce l'incubo di un 23enne

  • Dipendente “infedele” ruba nel supermercato dove lavora

  • Stop alla rilevazione del Gas Radon: la soddisfazione di CNA e Confesercenti

Torna su
AvellinoToday è in caricamento