3 colpi di pistola contro il consigliere, cresce la paura a Montemiletto

Dopo la paura il consigliere D'Anna lancia l'allarme: "Bisogna intervenire"

Terrore a Montemiletto per quanto accaduto ieri notte al consigliere comunale Simone D'Anna. Il comune irpino non è nuovo a furti nelle abitazioni, in particolare nel 2017 furono numerosissimi i colpi messi a segno dalle bande di ladri. Poi grazie ai numerosi controlli operati dalle Forze dell'Ordine la situazione sembrava essere tornata alla normalità, ma ieri un altro inquietante episodio ha colpito la comunità.

A farne le spese Simone D'Anna che ieri sera intorno alle 21, ha ricevuto una telefonata da un vicino di casa il quale lo avvertiva della presenza di tre ladri intenti a fuggire dalla sua proprietà. Il consigliere d'opposizione si è subito messo all'inseguimento dei banditi, ma mentre cercava di farsi luce nella boscaglia uno dei malviventi gli ha improvvisamente puntato la pistola contro. Dell'arma sono esplosi tre colpi, solo per miracolo l'uomo è riuscito a schivarli.

Immediatamente sono stati allertati i carabinieri che stanno cercando con ogni mezzo di individuare i tre ladri. A quanto pare la banda agisce sempre nello stesso modo, ovvero raggiungendo le villette a piedi dopo che un'auto li ha lasciati sull'autostrada. Qui approfittano di alcuni buchi per superare la recinziome e agire di notte.

Montemiletto ha paura, il consigliere D'Anna già l'anno scorso aveva allertato il Consiglio comunale affinché si facesse qualcosa, ma adesso dopo un episodio che poteva finire in tragedia bisogna assolutamente correre ai ripari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torna da Milano con la febbre altissima, trasportato al Moscati

  • Coronavirus, ecco il tragitto del giovane tornato da Codogno: "E' tornato in auto"

  • Coronavirus, di ritorno a Montefusco da Codogno: scatta il protocollo

  • Coronavirus, due fratelli tornano a Lauro da Codogno: scatta il protocollo

  • Avellino in lutto, è morto il "vigile urbano buono"

  • Coronavirus, Lauro, il sindaco: "Hanno viaggiato in treno e poi sono andati a prenderli in auto"

Torna su
AvellinoToday è in caricamento