menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Clochard morto al Mercatone, il punto sulle indagini della Procura

Il reato più palese che è stato commesso, senza ombra di dubbio, è l'omissione di soccorso

Angelo Lanzaro, il clochard ucciso dal freddo del Mercatone, vuole giustizia. Un’impresa che soltanto la Procura della Repubblica può realizzare. Il pm, Angelo Galdo si occuperà dell’inchiesta. L’autopsia sarà affidata al medico legale Carmen Sementa. Il reato più palese che è stato commesso, senza ombra di dubbio, è l’omissione di soccorso. Una verità indiscutibile, dato che il clochard “risiedeva” all’interno del Mercatone da oltre un anno. Il Mercatone, appunto, ovvero una struttura comunale.

Dato ancora più grave, inoltre, è il fatto che il Comune di Avellino era a conoscenza dell'emergenza neve già nella giornata del 4 gennaio. Tutti, nelle stanze del Comune, sapevano dell’esigenza di trovare una soluzione per i senzatetto del capoluogo. Adesso, la Procura punterà la sua attenzione sulla proprietà della struttura, il Comune di Avellino, appunto. Non c’è molto tempo per capire quali sono state le cause della tragedia avvenuta nella costruzione di via Due Principati. Una volta appurate le cose, il reato contestato potrebbe essere molto diverso dal “semplice” omicidio colposo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento