Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Indagine sul Clan Pagnozzi, chiesti undici anni per l'imprenditore di Montesarchio

L'uomo è coinvolto in una indagine relativa al Clan Pagnozzi

Il Pm della Dda, Maurizio Giordano, ha chiesto undici anni di reclusione per Andrea Rame, 38 anni, di Montesarchio, imprenditore, coinvolto in una indagine relativa al Clan Pagnozzi, costituitosi a San Martino Valle Caudina, e nipote della moglie del boss Domenico Pagnozzi. 

Si tratta di una inchiesta che nello scorso novembre è già sfociata nella sentenza con la quale il Tribunale di Benevento ha deciso tredici assoluzioni e quattro condanne per una tentata truffa, aggravata dall'agevolazione di un clan camorristico, in relazione al trasferimento di 50 milioni di euro da Londra a Beirut.

La posizione di Andrea Rame era stata stralciata dopo il no alla richiesta di rito abbreviato, impugnata dagli avvocati Dario Vannetiello e Saverio Campana dinanzi alla Cassazione, che ne aveva accolto il ricorso. Al termine del rito abbreviato Il Pm a chiesto la condanna a undici anni. Oggi, dunque, è stato il giorno dell'arringa di Campana, il 28 settembre – invece – avrà luogo l'intervento di Vannetiello, infine la sentenza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Indagine sul Clan Pagnozzi, chiesti undici anni per l'imprenditore di Montesarchio

AvellinoToday è in caricamento