Ospitò un latitante ad Atripalda: accusato di essere affiliato al clan Lo Russo

L'Irpinia terra preferita per nascondersi. Gli episodi negli ultimi dieci anni sono stati frequenti. Latitanti campani, reggenti di clan soprattutto del napoletano hanno scelto la ridente provincia irpina per sfuggire alla cattura

L'Irpinia terra preferita per nascondersi. Gli episodi negli ultimi dieci anni sono stati frequenti. Latitanti campani, reggenti di clan soprattutto del napoletano hanno scelto la ridente provincia irpina per sfuggire alla cattura. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'ospitalità, però è sempre costata cara agli irpini che si sono prestati. L'ultimo caso è quello di un atripaldese: il 39enne C.L che nel 2014 diede ospitalità a Luigi Russo tra gli elementi di spicco dell'omonimo clan attivo nell'area nord di Napoli e dedito al traffico di droga, sigarette e carburante. Negli arresti eseguiti dai carabinieri all'alba, nell'elenco dei diciotto presunti affiliati figura anche l'irpino per aver dato oltre un anno fa una propria abitazione di largo Pergola ad Atripalda nella disponibilità di Russo sul cui capo pendevano due mandati di cattura: uno per omicidio, l'altro per associazione finalizzata al traffico di droga e associazione mafiosa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Comandante della Stazione dei Carabinieri di Monteverde a "L'Eredità"

  • Coronavirus al Moscati, il pronto soccorso è pieno: siamo al collasso

  • Coronavirus in Campania: De Luca chiude le scuole primarie e secondarie

  • Emergenza Coronavirus, il presidente De Luca ha firmato l’ordinanza

  • Apre alle 5 del mattino, i carabinieri chiudono l'American Bar

  • Incidente mortale in moto: chi era Maria, professionista dal "gran cuore"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AvellinoToday è in caricamento