Chiusura locali al Centro: i legali di Galluccio e Ciccone fanno ricorso al Tar

La chiusura è stata ordinata dalla Prefettura

Un grave pericolo per l'ordine e la sicurezza pubblica. Sono queste le motivazioni che hanno portato alla chiusura, su richiesta della Prefettura di Avellino, di tre esercizi commerciali: la pizzeria it's Ok di Circo Ciccone e le due attività di Sergio Galluccio, la pizzeria Pomodoro e il parcheggio interrato dell'Ipercoop (poi riaperto gratuitamente bypassando la licenza di Galluccio) il provvedimento porta la firma dell'ex prefetto Maria Tirone e si basa su una dettagliata informativa redatta dai Carabinieri. Allertato, quindi, anche il Comune di Avellino (organo competente) che, vista l'urgenza del provvedimento, ha lavorato alla revoca della licenza e alla chiusura immediata. Nessuno dei titolari risulta indagato per tale vicenda, ma le loro attività sono considerate a rischio, viste anche le intimidazioni subite negli scorsi mesi. Dalla chiusura, c'erano 60 giorni per un ricorso presso il Tar, ricorso già annunciato dai legali.che considerano i provvedimenti moralmente inaccettabili, chiarendo che i propri assistiti non hanno rapporti con la criminalità organizzata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto per la famiglia Pennella: Peppino tradito dalla sua passione per la foto

  • Brutto incidente ad Avellino, tre le auto coinvolte

  • Quasi tre anni in carcere da innocente, finisce l'incubo di un 23enne

  • La "Masi" anticipa l'uscita per il terremoto, la dirigente rimuove il responsabile 

  • Mangiano e dormono all'agriturismo e poi scappano senza pagare

  • Trovato il cadavere di un 51enne in un appartamento

Torna su
AvellinoToday è in caricamento