Colti da sintomi febbrili, chiamano l'Asl di Avellino per il tampone ma non risponde nessuno

Il caso a Monteforte Irpino: "Sono 7 giorni che io e la mia famiglia attendiamo che ci contattino per il tampone. Siamo in autoquarantena da venerdì scorso e ora stiamo prendendo antibiotici e cortisone"

Un altro episodio grottesco coinvolge l'Asl di Avellino. Protagonista della situazione alquanto paradossale una famiglia di Monteforte Irpino, in attesa da circa una settimana del tampone nasofaringeo che nessun operatore dell'Azienda Sanitaria Locale irpina ha, finora, somministrato ai componenti del nucleo familiare.

Ecco la testimonianza di uno dei membri della famiglia: "Sono 7 giorni che io e i miei familiari attendiamo che ci contattino dall'Asl per il tampone. Ho due bimbi piccoli di 2 anni e 4 anni, io con temperatura 37.4. Il numero dell'Asl non risponde, attendiamo ancora che ci venga sottoposto il primo tampone molecolare. Stiamo in autoquarantena da venerdì scorso e ora stiamo prendendo antibiotici e cortisone, perché abbiamo sintomi da tre giorni".

L'ennesimo giallo a cui l'Asl di Avellino dovrà rispondere, 24 ore dopo quanto accaduto al drive-in di Avella.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quando finirà la zona rossa in Campania: si rischia una settimana in più

  • Guida Michelin, tra vecchie e nuove stelle ecco i migliori ristoranti campani

  • Coronavirus in Irpinia, sono 93 i positivi di oggi: altri 13 ad Avellino

  • Coronavirus in Irpinia, sono 115 i positivi di oggi: altri 19 ad Avellino

  • Colti da sintomi febbrili, chiamano l'Asl di Avellino per il tampone ma non risponde nessuno

  • Coronavirus in Irpinia, sono 148 i positivi di oggi: altri 12 ad Avellino

Torna su
AvellinoToday è in caricamento