menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Promotore finanziario a processo per appropriazione indebita

Basti pensare, ad esempio, che l'uomo avrebbe acquistato con questi soldi "due imbarcazioni da diporto equipaggiate con due motori Brunwick; una Porsche Cayenne; una Bmw X Country"

G.M., cervinarese di nascita e residente a Caserta, dovrà rispondere dinanzi al giudice monocratico De Bellis, della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, del reato di appropriazione indebita. La notizia è riportata da il caudino.

Il cinquantacinquenne, secondo l’accusa del Pubblico Ministero Antonella Cantiello, nella qualità di promotore finanziario per il primo gruppo assicurativo-bancario europeo, “abusando di tale qualità, disponendo in ragione dell’incarico ricoperto di ingenti somme di denaro affidategli da ignari investitori. Al fine di conseguire profitto derivante dal danaro che avrebbe dovuto investire per l’acquisto o il rinnovo di prodotti finanziari, si appropriava delle somme consegnategli dalle persone”.

Il promotore, in parole povere, avrebbe sottratto 3,6 milioni di euro agli ignari investitori e, anziché far fruttare il denaro, lo avrebbe usato per scopi strettamente personali.

Tra i tanti che hanno subito “l’appropriazione indebita” ci sono anche diversi cittadini cervinaresi che hanno lasciato nelle tasche dell’uomo somme importanti. Tra questi, un noto professionista, uno sportivo e una stretta parente del promotore la quale avrebbe investito oltre un milione di euro.

L’uomo si dovrà presentare in tribunale a Santa Maria Capua Vetere il prossimo 23 settembre e già si annuncia una udienza ad alta tensione: basti pensare che le vittime del presunto raggiro (accertate al momento) sono circa una trentina. Con grande loro sorpresa, però, gli euro non sarebbero mai stati fatti fruttare ma avrebbero contribuito (come si legge nel decreto di citazione del sostituto procuratore di Santa Maria Capua Vetere Antonella Cantiello) a finanziare la bella vita di G.M., cinquantacinquenne originario di Cervinara. 

Basti pensare, ad esempio, che l’uomo avrebbe acquistato con questi soldi “due imbarcazioni da diporto equipaggiate con due motori Brunwick; una Porsche Cayenne; una Bmw X Country”. Secondo l’accusa, poi, avrebbe sostenuto “un tenore di vita notevolmente superiore alle sue possibilità economiche ed effettuando prelevamenti e disposizioni di bonifico verso” un conto corrente intestato anche alla moglie. “Con questa condotta – si legge ancora nel provvedimento – si appropriava dell’importo complessivo pari ad euro 3.635.783 cagionando (…) un danno patrimoniale di rilevante gravità: in Caserta dall’anno 2009 fino al novembre 2012”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Disfunzioni idriche in Irpinia: l'avviso di Alto Calore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento