menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Percorsi formativi su pari diritti e violenza di genere

A intervenire all'incontro due esperti del settore: Gennaro Petruzziello, psicoterapeuta, Ctu Tribunale Napoli, Presidente Associazione In.F.I.e.Ri e Mariano Iaverone, counselor ad indirizzo analiticotransazionale

Ultimi appuntamenti per il ciclo di seminari “Percorsi formativi su pari diritti e violenza di genere oggi”. Lunedì 7 novembre, dalle ore 15.00 alle ore 19.00, nella Sala Giovanni Grasso di Palazzo Caracciolo ad Avellino si svolgerà il sesto seminario su “La protezione dei minori coinvolti nella violenza assistita da maltrattamento sulle madri”. A intervenire all’incontro due esperti del settore: Gennaro Petruzziello, psicoterapeuta, Ctu Tribunale Napoli, Presidente Associazione In.F.I.e.Ri e Mariano Iaverone, counselor ad indirizzo analiticotransazionale, esperto in comunicazione, mediatore relazionale, entrambi del Centro Logos, Scuola di Specializzazione Analisi Transazionale Psicodinamica di Casapulla, Caserta.

Il termine violenza assistita sta a indicare tutti i casi in cui un bambino o una bambina siano costretti a fare esperienza di qualunque forma di maltrattamento compiuto tramite atti di violenza fisica, verbale, psicologica, sessuale ed economica ai danni di figure di riferimento o su altre figure significative, adulte o minori. In questo seminario particolare attenzione sarà rivolta a quei casi in cui i minori siano testimoni di violenza sulla propria madre e su quanto è possibile fare per sottrarre il piccolo a tale situazione, proteggendolo in una rete di intervento specifica. I lavori del seminario, dunque, verteranno sull’analisi della violenza assistita dei minori e delle problematiche ad essa connesse; inoltre si discuterà dell’intervento dei vari professionisti per allontanare i bambini da queste esperienze drammatiche e per aiutarli a superarle. Il ciclo di seminari si concluderà il 21 novembre prossimo con l’incontro sul “Lavoro di rete per la lotta alla violenza”. A partecipare ai corsi ci sono stati circa cento professionisti, tra i quali psicologi, avvocati, insegnanti, medici, assistenti sociali, forze dell’ordine e operatori del settore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento