rotate-mobile
Cronaca San Martino Valle Caudina

Valle Caudina, per la Cassazione il boss Orazio De Paola non è pericoloso

Il nuovo giudizio dovrà stabilire se il boss dovrà diventare un uomo completamente libero

La Suprema Corte di Cassazione, quinta sezione penale, in accoglimento del ricorso proposto dall’avvocato Dario Vannetiello, annullava il decreto emesso dalla Corte di Appello di Napoli che dichiarava la pericolosità del boss Orazio De Paola, sottoponendolo alla misura di prevenzione con obbligo di soggiorno. Ora dovrà avere luogo un nuovo giudizio.

La Direzione Distrettuale Antimafia aveva chiesto al Tribunale di limitare la libertà per anni cinque

La decisione in auge indebolisce non poco le pesanti accuse mosse al boss, ritenuto dagli inquirenti elemento di vertice del clan Pagnozzi e pluricondannato per associazione di stampo mafioso. La Direzione Distrettuale Antimafia aveva chiesto al Tribunale di Avellino di limitare la libertà di De Paola per anni cinque ma, adesso, la durata inflitta veniva ridotta in un anno di sorveglianza speciale.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valle Caudina, per la Cassazione il boss Orazio De Paola non è pericoloso

AvellinoToday è in caricamento