Cronaca

Caso Sidigas, parla De Cesare: "C'è dispiacere, mi sento in colpa"

De Cesare è tornato ad Avellino per l'udienza del Riesame

Gianandrea De Cesare torna ad Avellino per l’udienza del riesame per il dissequestro dei beni personali. Queste alcune delle sue dichiarazioni: "Non sono io a decidere il destino di queste società, ma c'è sicuramente un profondo dispiacere. Provo un grosso dolore. Mi sento sempre in colpa perchè credo che si sarebbe potuto fare di più e meglio. Avrei fatto di tutto affinchè ci fosse stato un epilogo diverso".

"Massimo rispetto nei confronti di questa piazza"

Intanto, De Cesare non si sbilancia sulla recompra, ma non ci sta a sentirsi dire che in questi mesi si è nascosto: "Il mio atteggiamento è stato solo rispetto nei confronti di questa piazza, verso chi indaga. L’Us Avellino deve fare il suo percorso edev'essere portata avanti con il massimo dell’impegno, La Scadone? Sono anche io un tifoso ed ho il massimo dispiace, ma non siamo mai padroni del nostro destino. La società è legata alla Sidigias che non gestisco io”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Sidigas, parla De Cesare: "C'è dispiacere, mi sento in colpa"

AvellinoToday è in caricamento