menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Falsi ricoveri in day hospital, condanna per Iannace e Caracciolo

La sentenza sarà inviata anche alla Prefettura di Napoli poichè per Iannace si dovrà attivare la procedura per la decadenza da consigliere regionale. Entrerà Francesco Todisco primo dei non eletti

L’accusa principale è quella di aver falsificato le cartelle cliniche: un giro di operazioni di chirurgia estetica spacciati, secondo l'accusa, come interventi ordinari e per i quali l’azienda avrebbe incassato rimborsi non dovuti e i medici i relativi premi di produttività e una serie di falsi ricoveri in day hospital. Sia per Carlo Iannace che per Franco Caracciolo i piemme Patscot e Venezia avevano chiesto una condanna ad otto anni di reclusione. Per il collegio presieduto dal presidente Michele Rescigno sia per Francesco Caracciolo che per Carlo Iannace ha disposto sei anni di condanna ( tre con indulto) e l'interdizione per cinque anni dai pubblici uffici.

Assoluzioni e prescrizioni invece sono arrivate per Vincenzo Castaldo e Maria Giannitti, rispettivamente direttore sanitario dell'ospedale e direttrice del presidio, Riccardo De Maio, Lisetta Santoro, Maria Teresa Guarino, Maria Infante, Francesco Pagliarulo, Emanuela Zanettin, Katarzyna Julia Jakubiec, Adelina Polcari, Adele Testa, Angelo Bruno e Maria Luisa Piscopo, Antonio Pastore, Maria Teresa Prizio, Francesco Ruggiero, e Rita Melillo.

Tutte le motivazioni saranno pubblicate entro i prossimi cinquanta giorni.

La sentenza sarà inviata anche alla Prefettura di Napoli poichè per Iannace si dovrà attivare la procedura per la decadenza da consigliere regionale. Entrerà Francesco Todisco primo dei non eletti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento