rotate-mobile
Cronaca

Capodanno di sangue, giovane 20enne accoltellato: due persone fermate

Colpito da tre fendenti, alla gola, all’addome e alla schiena

Gli uomini della Squadra Mobile della Questura di Avellino sono a lavoro per individuare i responsabili che hanno ridotto in fin di vita Roberto Bembo, il 20enne di Mercogliano accoltellato poco prima delle sette a Torrette di Mercogliano, alle porte del capoluogo Irpino. Due persone sottoposte alla misura del fermo ma non è escluso che a breve possa scattare la misura cautelare. 

Fermati due fratelli con precedenti penali 

Le fonti investigative affermano che, gli aggressori, potrebbero essere due fratelli, entrambi residenti a Mercogliano, con precedenti penali, che avrebbero avuto un diverbio con la vittima e i suoi amici nelle ore precedenti all'interno di un locale dove festeggiavano il Capodanno. Si sarebbe trattato di un vero e proprio agguato, mentre Roberto e i suoi amici stavano facendo ritorno a casa: gli aggressori armati di coltello hanno colpito con violenza il giovane alla gola, all'addome e alla schiena prima di darsi alla fuga.

Le condizioni sono gravissime 

La vittima è stata trasportata in auto dai suoi amici dopo il ferimento. Il giovane è andato in arresto cardiaco, lo hanno dovuto intubare tramite tracheostomia e lo hanno portato in sala operatoria per procedere con l'intervento chirurgico. Ora si trova nel reparto di rianimazione. Le sue condizioni sono giudicate gravissime.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Capodanno di sangue, giovane 20enne accoltellato: due persone fermate

AvellinoToday è in caricamento