menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il procuratore Cantelmo ospite di Gigi Marzullo: "La mia generazione non all'altezza"

Rosario Cantelmo, procuratore di Avellino è stato ospite di Gigi Marzullo nella puntata di Sottovoce

Rosario Cantelmo, procuratore di Avellino è stato ospite di Gigi Marzullo nella puntata di Sottovoce. Figlio di papà sarto e mamma casalinga il magistrato originario di Napoli ma a capo della procura avellinese dal 2013 ha risposto alle domande di Marzullo. Una vera e propria confessione quella di Cantelmo sia sulla vita privata che lavorativa. “Quando ero a scuola non studiavo molto perché mi piaceva fare altro” annuncia il procuratore che aggiunge: “ mi ricordo che quando vinsi il concorso e lo comunicai a miei genitori, ero soddisfatto di aver realizzato il mio obiettivo, ma il mio papà rimase perplesso e preoccupato perché il divario tra sarto e magistrato sarebbe stato troppo”.  

Il procuratore nella lunga intervista critica anche i suoi coetanei: “La mia generazione non è stata altezza, non è stata capace di stare lontana dal malaffare, abbiamo fallito”. Non nasconde inoltre anche di aver subito pressioni lungo la sua vita lavorativa: “Qualche volta qualcuno ha cercato di farmi capire che non dovevo fare certe cose, il consiglio è di far finta di non  sentire o denunciare e proseguire sulla propria strada”.

Cantelmo non si sente un uomo di potere ma ritiene che il procuratore lo eserciti: “Spero di no, penso di si, si ha la possibilità di esercitare potere molto invasivo, importante è rispettare le regole, le persone, quindi credo un potere speso bene, con cautela.  La responsabilità  legata all’attività che si svolge, errore incredibile, entrare nella vita delle persone, privarli dei beni, della libertà, colpire familiari. Sbagliato essere superficiali, avere perplessità, bisogna subito fermarsi.  Se lo fanno sono convinti di stare nel giusto.  Il bravo non deve ritenersi mai padrone della verità, deve pensare, riflettere, solo dopo agire, se pensa di essere il titolare della realtà e della verità è un cattivo magistrato”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scuola, medie e superiori in presenza: ecco quando

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento