menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La canapa che non conosciamo: in Irpinia si coltiva quella benefica e legale

La canapa ha notevoli potenzialità: è usata in edilizia, per l’alimentazione, la zootecnia, il tessile, il medicale e protezione del suolo. Il campo è a Volturara Irpina, un'associazione del posto sta provvedendo alla raccolta

Ti giri intorno e vedi i Monti Picentini, guardi in fondo e scopri la piana del Dragone di Volturara, ma una volta oltrepassato il cancello dell’associazione Canapirpina i dubbi crescono. Oltre un ettaro di terreno coltivato a canapa. Ci troviamo in Irpinia. L’associazione, formata da giovani del luogo è alle prese con la raccolta. E’ tutto legale: il contenuto di thc è 0,2.

E quasi per prendere in giro coloro che la coltivano in modo rudimentale e per farne usi illegali c’è sul cartello scritto: “vagliù non ze fuma”. Tra il serio e il faceto, questa pianta ha in questo spicchio d’Irpinia tutte le condizioni per crescere: clima e terreno si incrociano alla perfezione. La canapa ha notevoli potenzialità: è usata in edilizia, per l’alimentazione, la zootecnia, il tessile, il medicale e protezione del suolo.

Dopo la semina in un campo sperimentale con la varietà Felina 32, inizia la raccolta. E per l’occasione si presenta anche il deputato/cittadino Carlo Sibilia del Movimento 5 stelle che vuol vedere da vicino l’intera filiera. Per ora si coltivano solo semi e paglia. Un futuro chissà. Intanto l’attività incuriosisce.

Anche lo stesso Sibilia. “Molti mercati qui sono saturi, potremmo davvero puntare anche su questo. Da lunedì inizieremo a lavorarci in Commissione Agricoltura in Regione Campania. Si potrebbe puntare a un protocollo d’intesa, dovremmo riuscire a convincere le Istituzioni come la Provincia e la Regione che questa è economia, che sono possibili posti di lavoro”. Le diffidenze ci sono. Ma provare non costa nulla. Inato le forze lavoro sono in piena attività, si sentono i rumori delle macchine.

I gestori a tutto tondo cercano di far capire l’importanza e soprattutto i benefici di questa pianta. “Numerosi studi e in particolare quello effettuato dal Consiglio per la Ricerca e la Sperimentazione in Agricoltura (CRA) dimostrano che la canapa si presta ad assorbire, degradare e stabilizzare le sostanze inquinanti presenti nel terreno, risanandolo ed evitando l’inquinamento delle falde acquifere. Volturara Irpina, grazie alla sua posizione e situazione ecologica, costituisce il sito ideale per la realizzazione di un progetto che rilanci ecologicamente e/o economicamente il paese. Gli usi possibili di questa pianta sono tantissimi. Addirittura potrebbe essere utilizzata per bonificare le sponde dei fiumi, magari quelle dell’Ofanto. La canapa riesce a ripulire il terreno”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Disfunzioni idriche in Irpinia: l'avviso di Alto Calore

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus in Irpinia, sono 90 i positivi di oggi: 12 ad Avellino

  • Incidenti stradali

    Grave incidente stradale a Pratola Serra, ferite due persone

  • Cronaca

    Coronavirus in Irpinia, deceduto 83enne al Covid Hospital

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento