rotate-mobile
Cronaca

Campagna vaccinale, Morgante: "Da domani le vaccinazioni proseguiranno al PalaDelMauro"

Ecco le dichiarazioni del direttore generale dell'Asl di Avellino riguardanti l'andamento della campagna vaccinale anti Covid-19 in Irpinia

In occasione dell'Open Day Pfizer che si sta svolgendo da questa mattina, 22 giugno, presso i centri vaccinali territoriali irpini, il direttore generale dell'Asl di Avellino Maria Morgante ha tracciato il punto della situazione sulla campagna vaccinale, anche alla luce della notizia del trasferimento del centro vaccinale del Campo Coni al PaladelMauro per far fronte alle temperature elevate che si stanno registrando negli ultimi giorni e che hanno provocato disagi e, in alcuni casi malori, ai cittadini in fila per il vaccino.

Domani, 23 giugno, le vaccinazioni proseguiranno al PalaDelMauro

"Il centro vaccinale del Campo Coni non è più utilizzabile in quanto le temperature non lo permettono più - afferma Maria Morgante -  abbiamo trovato come soluzione alternativa il Palazzetto dello Sport, più confortevole ed agevole per chi deve vaccinarsi. Siccome fino alla mezzanotte di oggi ci sarà l'Open Day, ci sposteremo domani mattina senza alcuna sospensione delle vaccinazioni". 

Medici ed operatori sanitari non vaccinati in Irpinia

"Esiste un decreto che stabilisce cosa fare, una circolare regionale che ci ha chiesto di fare degli adempimenti. Abbiamo trasferito queste informazioni alla Regione che, a sua volta, farà ulteriori passaggi e poi si applicherà quanto previsto dalla legge. La presenza di medici ed operatori sanitari non ancora vaccinati in Irpinia è quasi pari a zero". 

"Ieri avevamo più o meno 4mila persone mai convocate prima. Poi c'è una parte di cittadini che si è prenotata sulla piattaforma Sinfonia ma non si è presentata nei centri vaccinali per la vaccinazione. Quindi, l'obiettivo è recuperare tutte le persone che nonostante si siano registrate non hanno fatto il vaccino e tutti coloro che, invece, non si sono neanche registrati. Dobbiamo convincerli che la vaccinazione è indispensabile per se stessi e per gli altri".

Vaccinazione eterologa

"La vicenda AstraZeneca non ha determinato rallentamenti nella campagna vaccinale. Finché abbiamo avuto soltanto AstraZeneca, che abbiamo somministrato agli under e over 60, c'è stato un assenteismo ma non così alto. Nel momento in cui si è disposto il mix di vaccini, la gente si è presentata regolarmente. C'è stato chi ha voluto fare comunque AstraZeneca, nonostante potesse scegliere tra Pfizer e Moderna. Finora non si è verificato nessun evento avverso rispetto alla scelta di fare il mix di vaccini quindi sono positiva" conclude il direttore generale dell'Asl di Avellino.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Campagna vaccinale, Morgante: "Da domani le vaccinazioni proseguiranno al PalaDelMauro"

AvellinoToday è in caricamento