Cronaca

Traffico transnazionale di armi: nei guai un irpino

Le armi, pistole e mitra, che venivano vendute a 2500 euro ognuna, arrivavano dai paesi dell’est

Diciannove persone, tra cui un irpino, sono in stato di fermo da ieri su disposizione del pm Ivana Fulco della Dda di Napoli perché accusati di associazione per delinquere di tipo mafiosa finalizzata al traffico transnazionale di armi. Le armi provenienti dai paesi dell’Est arrivano nei comuni vesuviani e più precisamente a Terzigno e poi venivano smistati ai clan di Napoli e provincia.

Le armi, pistole e mitra, che venivano vendute a 2500 euro ognuna, arrivavano dai paesi dell’est attraverso l’Austria. Gli investigatori hanno accertato anche legami con la ‘ndrangheta calabrese

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Traffico transnazionale di armi: nei guai un irpino

AvellinoToday è in caricamento