Bruciava residui vegetali nel suo noccioleto

Denunciato un 35enne

I carabinieri della Stazione Forestale di Summonte hanno deferito alla competente Autorità Giudiziaria un 35enne ritenuto responsabile di getto pericoloso di cose e gestione illecita di rifiuti. In particolare, durante un servizio finalizzato alla prevenzione e repressione del fenomeno degli incendi boschivi, i militari hanno notato del fastidioso fumo, particolarmente denso e acre, che rendeva l’aria irrespirabile.

I carabinieri sono riusciti ad indentificare il responsabile che, nonostante il divieto di bruciatura nell’attuale periodo di massimo rischio per gli incendi boschivi, all’interno del suo noccioleto intenzionalmente aveva appiccato il fuoco a residui vegetali derivanti dalla lavorazione del citato fondo agricolo.

Sul posto i militari operanti rinvenivano diversi cumuli ancora fumanti, composti da fogliame e rametti di nocciolo combusti. Tale condotta, oltre ad essere particolarmente pericolosa, provoca un evidente senso di fastidio e molestie alle persone per l’alta concentrazione di fumo nell’aria. Per il 35enne è scattata la denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In Campania arriva Burian: ondata di gelo e temperature polari

  • Coronavirus a Montemarano: 5 bambini in età scolare positivi al Covid

  • Spostamenti per andare dai congiunti e ospiti a casa: cosa succede dal 16 gennaio

  • Il pizzaiolo Maglione aderisce alla manifestazione pacifica #Ioapro: "Lavorare è un diritto"

  • Tragedia ad Avellino, donna muore dopo una caduta accidentale in casa

  • Nuovo Dpcm: sei regioni in zona gialla, due rossa e il resto in arancione

Torna su
AvellinoToday è in caricamento