Ad Atripalda al via la caccia al cinghiale

Polemiche tra i cittadini

Da giovedì 4 ottobre fino al 31 dicembre, ad Atripalda, parte la stagione della caccia al cinghiale. In seguito all'autorizzazione pervenuta dalla Regione Campania, circa 30 cacciatori sono pronti all'attività venatoria. L’area individuata va dalla sponda destra del fiume Sabato fino ai pressi della collina di San Gregorio che a sua volta fa parte di una area ancora più ampia in cui sarà possibile cacciare i selvatici (circa 1.788 ettari dislocati appunto tra Atripalda, San Potito, Santa Lucia, Santo Stefano, Sorbo Serpico). Nel mese di ottobre sarà possibile cacciare di giovedì, sabato e domenica, mentre a novembre e dicembre soltanto di giovedì e domenica.

Per mettere a conoscenza la cittadinanza sono stati posizionati dei cartelli che indicano “battute di caccia al cinghiale in corso”. Non mancano le polemiche, in particolare i cittadini sono preoccupati per la propria incolumità. Il malcontento è diffuso a causa della vicinanza con i centri abitati.

Potrebbe interessarti

  • Ciro ha bisogno di sangue e piastrine, possiamo aiutarlo?

  • Miss Italia, Montella incorona la sua Miss: è Alessia Bruno

  • Niente festival pirotecnico a Mercogliano: la tradizione si spezza dopo 70 anni

  • Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Avellino, ecco i nomi dei candidati

I più letti della settimana

  • Giannino è stato ritrovato in un lago di sangue, lotta tra la vita e la morte

  • Dal produttore al consumatore, inaugura ad Avellino la Bottega Campagna Amica

  • Sagre e feste del weekend dal 19 al 21 luglio 2019 ad Avellino e in provincia

  • Uomo schiacciato dal suo trattore, muore sul colpo

  • Crisi del commercio, si abbassa un'altra serranda ad Avellino

  • Ciro ha bisogno di sangue e piastrine, possiamo aiutarlo?

Torna su
AvellinoToday è in caricamento